martedì 30 settembre 2008

QUALCOSA DI AUTUNNALE (Parte Seconda)

Buongiorno!Giorno dopo giorno l'aria si fa sempre più frizzante e troppo umida per i miei gusti.L'unica cosa che mi concilia con questo passaggio è mangiare solo cose calde e riscandanti(tranquilli non mi bombo con grappini e simili..;)), alimenti che coccolano ed appagano il palato seguendo la stagionalità.Per me ogni promessa è debito e, siccome vi avevo promesso che vi avrei postato la seconda ricetta realizzata col brutto anatroccolo autunnale(alias tartufo nero bergamasco), eccovi accontentati.Vi anticipo che, per esperimento ho provato ad usare la pentola a pressione(che uso spessissimo per tanti altre preparazioni):devo dire che il risultato è stato eccellente!Vediamo dunque...

RISOTTO AL TARTUFO NERO
Per 2 persone
160 gr di riso
500 ml di brodo vegetale
100 ml di vino bianco
Cipolla rossa di Tropea
1 cucchiaio d'olio
1 noce di ghee(burro chiarificato)
Grana Padano
Tartufo

Preparate in anticipo un brodo vegetale, se potete con le verdure fresche, oppure con il dado casalingo o con uno bio.
Ponete nella pentola a pressione l'olio ed il ghee(li ho abbinati perchè il ghee mi pare addolcisca il gusto) e la cipolla tagliata finemente, quindi, fate un bel soffrittino.Una volta che la cipolla è diventata trasparente, buttate il riso e fatelo tostare per bene mescolando(importantissimo!).Aggiungete quindi il vino bianco e lasciate sfumare.Prendete quindi il brodo e versatelo il pentola, mescolate e chiudete col coperchio.Attendete il "fischio" e contate 8 minuti.Quindi fate uscire il vapore, togliete il coperchio e troverete il riso perfettamente cotto.Mantecate quindi con del formaggio grattato(meglio se Grana Padano o Trentin Grana, più dolci) ed eventualmente una noce di burro.
Impiattate e grattugiate per ogni commensale una buona porzione di tartufo.
Semplicemente delizioso!
P9200988

10 commenti:

sweetcook ha detto...

Anche per me la cosa positiva di questo periodo è il coccolarmi con piattini caldi e avvolgenti;-)
E questo risotto ha tutta l'aria di esserlo:P

ღ Sara ღ ha detto...

ma che bel piattino!

hai ragione...anche io adoro la stagione fredda solo perchè mi posso coccolare con i piatti caldi!!!

complimentissimi!! un bacione!

Fra ha detto...

Che golosità, come vorrei un pezzettino di tartufo con cui arricchire i piatti. Il mio connubio preferito è con le uova strapazzate ma questo risotto è assolutamente spettacolare
Un bacio
Fra

Pippi ha detto...

anche tu con la pentola a pressione che favola questo risottino e poi con quella grattatina di tartufo.....hhhhhmmmmmmmmmm
brava Saretta bella ti mando un bacio e un abbraccio !
Pippi

Sere ha detto...

Son sempre un pò terrorizzata dalla pentola a pressione... mia suocera fa un risotto strepitoso...dici che devo provare vero????
Mi hai fatto venir voglia di tartufo...
Smack

Sere - cucinailoveyou.com

AndreA ha detto...

Autunno? Inverno??

Qui è ancora estate... al massimo primavera :-)))

Un abbraccio, a presto!!!

manu e silvia ha detto...

Effettivamente l'autunno è un periodo per collolarsi..e tutte queste ricettine autunnali sono perfette!!
Stupendo questo risotto...peccato non avere il tartufo!!
Originale comunque anche l'uso delle noci!
baci

Saretta ha detto...

Sweet:coccolosissimo!!!
Sara:grazie saretta!Concordo con te;)
Fra:beh, le uova al tegamino o l'asiago sciolto sono la morte sua..L'importante è averlo!
Pippi:Sì cara, e la userò spesso per il risotto!!!icambio con affettissimo baci&abbracci!
Sere:fidati che ti sorpenderà beless!Bacioni
Andrea:magari!Beh, nel mio cuore covo sempre l'estate...,)
Manu&silvia:Guardate, in mancanza di tartufo, ve lo consiglio comunque, è delicatissimo il riso così!

Gunther K.Fuchs ha detto...

che risotto super raffinato, il tartufo riesco a mangiarlo solo ad alba

giucat ha detto...

Saretta quando gli ingredienti sono di prima qualità e genuini, basta poco per ritrovarsi con un piccolo capolavoro. Chissà che profumino! Un abbraccione, Cat

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...