lunedì 19 ottobre 2009

FAVE E CICORIE SECONDO LA TRADIZIONE(o quasi)

Buona settimana a tutti.Freschino eh?Qui ho dovuto fare un rapido cambio armadi e..ho tirato fuori anche gli stivali che tenevo nascosti nella loro scatola, ora ci stanno eccome...
Spero abbiate trascorso tutti un buon weekend, io tra una magnata e l'altra mi sono fatta una bella cura del sonno...Pensate che sabato pomeriggio vedo un'amico, lo saluto e lui non reagisce.Lo risaluto a distanza ravvicinata e lui mi fa "Cavolo non ti avevo riconosciuta, hai un faccino così riposato!".Ammazza, devo sembrare proprio uno zombie durante la settimana!!!
Si dà il caso che dormire fino ad esserne sazi è un toccasana ma...crea dipendenza!Nonostante le 10 ore di sonno, ieri sarei rimasta in uno stato di pennica costante!
Per lo meno oggi affrontato l'odiato lunedì con altro spirito.:D
Prima di rispondere ai vostri graditissimi commenti, vi parlo della ricetta-non ricetta di oggi.
Dalla mia vacanza Salentina ho portato con me immagini, ricordi bellissimi, sapori...già detto vero?
Beh, delle tante cose mangiate mi sono appassionata(con il mio fidanzato) di un piatto in particolare, povero come da tradizione contadina ma, così gustoso e nutriente da preferirlo perfino ad una pasta col pesce!Sarà che amo le cose ed i sapori semplici, la Puglia e la cucina contadina...
Ora mi fustigherete.So che avrei dovuto mettere in ammollo e poi cuocere i legumi, come da tradizione.Metti però che tornia casa tardi dall'ufficio e: è quasi ora di cena, hai voglia di quel piatto fotonico mangiato in vacanza, ti ricordi che hai in freezer quelle erbette già cotte da te,non hai altra ispirazione, che fai?Beh, ricorri al barbatrucco no?Per una volta i puristi non storcano eccessivamente il naso, il risultato è stato eccellente, il piatto ripulito!La prossima volta prometto di seguire la procedura canonica, giurin giurello :)
Ah, NOTA BENE:oggi vi propongo la versione "classica"(più o meno dai) del piatto...Se mi seguirete i prossimi giorni vi presenterò una mia rivisitazione e destrutturazione del piatto.Stay tuned che vale la pena!
Siore e siori....

FAVE&CICORIE

1 confezione di fave cotte in scatola
1 mazzo di cicorie selvatiche(le mie erano del lago di Garda, da quanto mi disse il frutarolo)
olio evo di quello buono buono
scalogno
sale

Per prima cosa, senon l'avete già fatto, mondate le cicorie e sbollentatele qualche minuto in acqua salata.
Scolate le fave e frullatele grossolanamente con un frullatore ad immersione.In un pentolino fate rosolare lo scalogno con un po' di olio e ripassatevi le fave.
Una volta cotte le erbette scolatele e ripassate anch'esse in padella con olio, scalogno e, se serve, qualche grano di sale(io non sono troppo salata come gusto).
Impiattate irrorando con un filo di olio evo a cudo e, se piace del pepe nero.
Ragazzi, se avete del bel pane rustico fatto in casa da accompagnare, che prelibatezza!!!!E non è tutto....per ora!

PA011426
Domanda:Ma che cicorie usate in Puglia?!

17 commenti:

Onde99 ha detto...

Macché storcere il naso!!! Questo è un piatto buonissimo e sanissimo e anche se hai usato dei prodotti conservati sarà venuto ugualmente gustoso... io non so te, ma mica sempre ho tempo di ammollare quello, cuocere quell'altro, marinare quell'altro ancora e sporcare mille pentoloni!

stelladisale ha detto...

io le avevo comprate ad alberobello, nel vasetto, si scalda a bagnomaria e si mangia, vabeh magari fatte al momento sono un'altra cosa, ecco poi di preciso non so se sono le stesse cicorie che si usano qui, considerando che mia nonna chiamava cicoria qualcunque erba commestibile, mah... quelle del barattolo erano amarognole e col dolce delle fave fa contrasto e ci sta bene

Mimmi ha detto...

Ehhhhhhhhh, stai a guardá er capello (come si dice dalle nostre parti)!!
É sempre meglio un barattolo di fave che non fave fresche che magari vengono dall'Australia (capisciammé!)
Non sono una grande amante della cicoria per via di quel retrogusto (manco troppo retro) cosí amarognolo, ma la vedo bene con la bieta o gli spinaci ripassati.
Bello, mi piace, mi piace!!
Un bacione, Mik

astrofiammante ha detto...

buonissimo questo insieme...e adesso non ci prendere gusto col fare - la bella addormentata - che poi ti devi mettere il nome sul cappottino per farti riconoscere ;-)))) basun!!

lenny ha detto...

Non ho mai abbinato questi due sapori, ma l'idea è intrigante e voglio copiarla :))
A casa mia la cicoria è un must!

sabrine d'aubergine ha detto...

Beh... mi piace questa ricetta non ricetta! Bel suggerimento, da cogliere al volo... A presto
Sabrine

Lo ha detto...

fa freddissimoooooooooooo...anche io maglioni maglioni e solo maglioni e anche io questo weekend cura del sonno dormendo 12 ore per notte....sai che quando parlavi di barbatrucco pensavo avessi usato il bicarbonato? ho sentito che quando non si riesce a lasciare in ammollo i legumi si possono cuocere con un pizzico di bicarbonato ...perdendo un po' di capacità nutritive...non so se è vero....certo che un piatto che sa di vacanza fa solo bene! un bacione

Giò ha detto...

..mi scende la lacrimuccia..ma quante volte le ho mangiate quest'estate?? è strano ... è un piatto che non avrei mai scelto perchè pensavo che le cicorie non mi piacessero ma in realtà insieme sono una bomba....voglio tornare in Puglia!!!!altro che val padana!

iana ha detto...

Che meraviglia...meglio le cicorie delle fave, ma mi sembra una cosa divina!

sweetcook ha detto...

Ma quanto deve essere buono questo piattino, io impazzisco per le verdure:)

Alem ha detto...

adoro questo piatto!!!

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Io impazzisco per questi piattini di verdure poi il gusto della cicoria un pò amara secondo me sta bene con le fave che sono più dolci. Di solito io la cicoria la faccio insieme a una patata ma devo dire che anche con le fave secondo me va benone!

Ciboulette ha detto...

Senti, ora ti dico una cosa segretissima, a me il pure' di fave non piace (e mia mamma lo fa con ttti i crismi, olio pugliese che ti lascio immaginare), ma il tuo piatto e' un ruchiamo ancestrale! Mi mangerei tutte le cicorie, farei follie per quelle selvatiche, che addolcisco con i fagioli in genere :)
Bravissima Saretta, queste "fav e ciquer" sono perfette, e per le fave in scatola (ma esistono??davvero??) tranquilla, che se ogni tanto col da fare che c'e' ricorriamo alla scatoletta non fa proprio niente... :))
Un abbraccio carissima, e grazie grazie grazie per questo scorcio di Puglia!!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

un piatto fantastico che ha tutti i sapori della sua terra!!buonissimo davvero,baci imma

Saretta ha detto...

Onde:pfiu grazie del conforto!!!
Stella:anch'io avevo visto i vasetti ma non li ho presi, con la mia mania di"faccio io"..però sono inciampata sulle fave ;)besos
Mimmi:va bene alora!Anch'io non amavo le cicorie ma..con le fave vanno anozze e si annulla l'amaro!baci
Astro:okkei ;)basi basi
Lenny:let me know!
Sabrine:grazie!
Lo:la prox volta porvo col bicarbonato alora!brr bacioni
Giò:viene da piangere anche ame..senti, fuggiamo?!;)
Iana:prova
Sweet:io impazzisco per questo abbinamento!
Alem:grazie!
Elisa:allora proverò con le patate!baci
Cibou:noooooooo, tu hai mammà che le prepara e nn ti piacciono?beh nemmeno ad una mia collega pugliese...sigh sigh!Grazie a te tesora, mi sento a casa quando parlo della Puglia!smackete
Imma:evviva la Puglia ed i suoi frutti!

Alessandra ha detto...

Che colore e che abbinamento...complimenti. Buona giornata.

Pippi ha detto...

Saretta.....ma lo sai che le fave già cotte in scatola non le ho mai viste? comunque è una ottimasoluzione per quando si arriva dal lavoro....io che non sono una purista ti assecondo volentieri!!! mi hai fatto venire volgia di cicoria! gnam!!!!!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...