mercoledì 28 marzo 2012

RICETTA DI TRANSIZIONE TRA LE MEZZE STAGIONI CHE NON ESISTONO

Marò ragazzi che ccaldoo!Milano è bellissima eh, gli alberi in fiore, aria profumata, cielo terso, sole...ma 28° mi paiono un po' troppo a marzo!Giugliacci figlio sostiene che la prossima settimana si ca,bia registro, lo spero, anche perchè io la primavera-vera, voglio vederla!No?Qui non si tratta del nonn essere mai contenti ma, del volere che le cose seguano il loro giusto corso.E siccome da natural born impaziente, mi sono allenata e temprata ad essere moooolto paziente, sono disposta ad attendere qualche mesetto prima della mia amata estate :)
Anche perchè poi le ricette di primavera dove le colloco?
COme anticipato l'ultima volta, dopo un'anomala lunga parentesi dolcesca, ora si ritorna alle cose salate.
La definisco ricetta di transizione perchè sposa una verdura tipicamente invernale, con un cereale molto adatto alla milza ed al pancreas, cche ha, tra le altre proprietà alcalinizzanti(che fa sempre bene), ricostituenti e rinforzanti(qui ho amplificato la cosa aggiungendo il sesamo).Il massimo per la primavera, non trovate?
Il tutto è molto semplice ma, se i pochi ingredienti a dispozizione sono buonissimi...il gioco è fatto!
Ah, buon fine settimana!Se penso che un mese fa partivo per il paradiso....sigh!

MIGLIO e CAVOLO NERO

Cavolo nero bio(che io avevo in freezer)
80 gr di miglio a testa
acqua
sale
olio evo
scalogno
gomasio
sesamo

Tostate il miglio(a me piace di più) e cuocetelo ad assorbimento, in acqua ed un pizzico di sale grosso.Nel frattempo fate andare il cavolo nero in padella con un poco di olio evo e scalogno.
Condite il miglio con il gomasio e generoso olio evo ed ipiatattelo sormontato dal cavolo;cospargete di sesamo e gustate!
DSCN1709

8 commenti:

Manuela e Silvia ha detto...

Accipicchia che particolare questa ricetta!un bel duo che ci sembra adatto per ogni stagione!
bacioni

sara ha detto...

brava Sara, mi piacciono i post dove si danno informazioni utili sugli ingredienti, mi invogliano ancora di più a provare la ricetta. Non ho mai tostato il miglio, lo terrò presente.
buon caldo weekend anche a te (ma speriamo non torni troppo freddo...)

Stefania Orlando ha detto...

Mi piace moltissimo il titolo della ricetta :-) accidenti, 28 gradi???
Mi fate quasi concorrenza...

Barbara ha detto...

ha io in questo periodo faccio dei mischioni di cibi cotti e crudi....maritino apprezza per fortuna e sopravviviamo ^^

accantoalcamino ha detto...

Ciao Saretta, passo per un salutino veloce ma ricco di "ammmmorrreee", sono relegata in cantina, finalmente ho deciso di salutare per l'ultima volta ciò che non indosserò mai più (causa girovita ed età)anche se sfogliando giornali e guardando vecchie foto mi viene il "sciupun", verso le 13 potresti fare un "saltino" a portarmi uno di quei meravigliosi cilindri di miglio?
Beh, in cantina c'è un bel frescolino :-)

Afrodita ha detto...

Oh, sì Saretta, le mezze stagioni ci vogliono, altrimenti dove andrà a finire il nostro povero mondo?... Io il cavolo nero non l'ho mai assaggiato: è molto amaro? Baciotti tesorina, Cat

Saretta ha detto...

M&S:beh, meglio in questo periodo!
Stefania:eh sì, ora però siamo a 10°, uno shock!
Barbara:idem cara, ma da sola :d
Sara:grazie cara!Io ho provato a tostarlo come si fa con la quinoa e mi piace!un bacione
Libera.pulizie di primavera?Uhhh, vieni qui dai che ripuliamo un po' anche casa mia!!!Bacionie struconiii
Afrodita:è proprio quello che intendevo..vogliamo le mezze stagioni!!!!Il cavolo nero no che non è amaro, anzi!Provalo assolutamente :)bacioni

Terry ha detto...

Mamma che buono il cavolo nero... Ottima ricettina da terra di mezzo;))) salutare e gustosa!! Bel post comarella!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...