giovedì 13 gennaio 2011

AZZURO COME UN PESCE

bauongiorno a tutti :)Qui pian piano si sta ingranando coi ritmi abituali ma..che fatica!La palpebra reclama qualche ora aggiuntiva di sonno ma, non è possibile!Così, tra uno sbadiglio ed un altro, si pensa all'weekend vicino(siamo messi bene all'inizio dell'anno eh?).
Continuando con alcuni piatti protagonisti delle passate festività, oggi si parla di secondo piatto.Precisamente ce lo siamo gustati la sera di San Silvestro.Al momento di decidere che cucinare, abbiamo passato in rassegna diversi secondi di pesce.Orate, branzini, salmone, rombo...alla fine ci siamo detti "ma perchè non optare per il bistrattato pesce azzurro, che magari apparirà meno opulento ma fa tanto bene?"DEtto, fatto.La mattina, prima di andare al lavoro,passai da un pescheria "prestige" dove tutti si litigavano preziosi bottini(tartufi di mare, carpacci, cannolicchi, pesci pescati a mano che costavano un occhio della testa...);quando arrivò il mio turno chiesi candidamente "Avete le alici" "Certamente", "Sareste anche così gentili da pulirmele per favore"?"Certamente".Ecco, ero felice, dopo essere stata rimbalzata dalla pescivendola del super che, manco pagata mi avrebbe pulito il pesce.Non so se sapete ma, sto male all'idea del sangue e delle interiora...potete immaginare quindi quanto mi sia preclusa questa operazione.Lo so, è un grosso limite per chi smanetta in cucina ma, che ci posso fare?
Fu così che nel pomeriggio(mica potevo andare in ufficio con il pesce...), passai a ritirare tutta contenta il mio "modesto" cartoccio, che era letteralmente sepolto dai pacchi opulenti che erano parcheggiati assieme al mio.
Più tardi, cercai di replicare una padellata che faceva spesso mia mamma, quando tornavo il venerdì dall'università, e che amavo molto.Beh, seppur apprezzata assai dal commensale, solo io so quanto più buono era il piatto di mamma!

TEGLIA DI ALICI GRATINATE AL FORNO

Alici pulite ed "aperte a libro"
pangrattato in abbondanza
prezzemolo
aglio
zest di limone ed arancia secche
sale
olio evo

Prendete una pirofila ed oliatela.In una ciotola mischiate pangrattato, aglio a pezzettini, zest, sale e prezzemolo, amalgamandoli per bene.Adagiate quindi le alici sul fondo della pirofila e ricopritele con un buon strato di mix di pangrattato.Uni bel giro di olio e via con un altro stratodi alici ed uno di pangrattato ed giro d'olio.Io feci due strati, voi regolatevi come vi piace.Infornate a 180° per 20 minuti circa.vedrete che la superficie sarà un po' "tostata", fate attenzione a non far seccare troppo i pesciolini però!
PC311880
PC311877
PS:mi sono ricordata successivamente che, forse, mamma aggiungeva anche del formaggio grattuggiato nel mix.Voi che fate?
Se avete un po' di pazienza la prossima volta vi mostrerò il contorno superlativo che ho proposto alle alici!

13 commenti:

Virginia ha detto...

Avete fatto benissimo! Questo è un piatto lussuosissimo che ultimamente mi concedo spesso...meraviglioso!

sabrine d'aubergine ha detto...

In attesa di ricevere l'indirizzo della tua pescheria...
Buona giornata. Al profumo di alici...

Sabrine

Onde99 ha detto...

Oh, il famoso tortino di alici! Sì, un po' di parmigiano o di pecorino ci vuole, almeno mia suocera lo fa così!

BARBARA ha detto...

Mamma mia, i tortini di alici mi fanno impazzire...li adoro, sul serio.E con l'aggiunta di zeste d'arancia e limone...deve essere proprio profumatissimo!

lamelannurca ha detto...

Dalle mie parti, in Campania, specialmente nelle zone di montagna, si usa mettere il formaggio nelle alici (anche l'uovo, nelle alici al sugo).
Io, però, le preferisco più leggere.
Un saluto e buon anno!!

da Sergio ha detto...

In effetti, il lavoro di pulire le alici è piuttosto noioso, e avere una pescheria di fiducia che fa questo lavoro al posto nostro è un buon punto di partenza.
Poi, riguardo il pesce azzurro, io l'adoro. In tutte la salse. Non capisco come possa non essere apprezzato. Ma le alici alla brace??? Magari degli sgombretti, per esagerare, ma che comunque costano pochissimo?
Questo tortino dev'essere squisito.

accantoalcamino ha detto...

Purtroppo non riesco a mangiarlo il pesce azzurro e me ne dolgo davvero, so quanto sarebbe salutare mangiarlo ma cosa posso fare?

dolci a ...gogo!!! ha detto...

io il formaggio lo metterei e questo piatto lotrovo strepitoso buono sano e saporitissssimo!!baci imma

ciciuzza ha detto...

eh già.. anche io come tua madre aggiungo un po'di parmigiano nell'impasto. retaggio tutto meridionale credo, ma ottimo con il pesce e anche con le zeste di limone!
hai fatto benissimo, una scelta da vera donna consapevole in cucina ;) brava sarettina!
Io in compenso per la cena di san silvestro, per la presenza di nipotini e amici con pargoli ho optato per la pizza di bonci con lievito madre. altre volte è venuta meglio sinceramente ma l'importante è stare bene insieme :) no?

Gunther ha detto...

questa sono una meraviglia, mangiassimo di più pesce azzurro saremmo tutti più sani

Saretta ha detto...

Virginia:grazie stella, chossà com'è contenta la tua pargola!!!baci
sabrine:è la Spadari, quella di fronte a Peck;)baci
Onde:sapevo di aver toppato!grazie!!
Barbara:sì sono un tocco in più!
LAmelannurca:forse per il fatto ch tendo a semplificare, la mia mente ha omesso il formaggio?grazie della visita!
Da Segio:mmmm il pesce azzurro(tipo le sarde) alla brace mi fanno impazzire!!!
Libera:e fare delle polpettine?O un ragù?!provaci!!!
Imma:Grazie!!!!
Ciciuzza:tesora!!!sei sempre stra carina e troppo gentile...ma amo fare scelte consapevoli e salutari!
Che bontà dev'essere stata quella pizza, beati i nipotini!Comunque sì, limportante è stare insieme!Uno strabacio
Gunther:ed anche il portafoglio ringrazierebbe no?Un abbraccio

Zasusa ha detto...

ciao, passavo per invitarti a un gioco di scambio ricette! ti va di partecipare? ti aspetto qui http://zasusa.blogspot.com/2010/12/gioco-forum.html

a presto

TuristadiMestiere ha detto...

BUONISSIMO, anche mia madre prepara il tortino con le alici! Ora percò mi hai incuriosita: quale sarebbe il contorno???? :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...