giovedì 10 febbraio 2011

BUCKWHEAT ROLLS ed ECO CONSIGLIO

Buongiorno buongiorno ragazzuoli...andiamo bene?Ma sì dai che domani è l'ultimo giorno di fatica per la settimana!Appropò, ma voi avete capito se il 17 marzo si lavora o meno?Qui non si capisce più niente tra ministro che dicono cose opposte, agenzie di viaggio che mandano proposte per "il ponte del 17 marzo"...Io sarei per prendermi un giorno di ferie e scappare qualche giorno dalla metropoli.Beh, se qulcuno di voi ha capito qualcosa, me lo faccia sapere ;)Nel frattempo andiamo avanti, passi lunghi e ben distesi:)
Vi ho già parlato della mia recente passione per il grano saraceno?Sì, non è che lo mangi tutti i giorni eh, però è entrato nella mia rosa di granaglie preferite.Qualce domenica fa(una di quelle uggiosissime), in un raptus mi fisso a voler fare delle crepe di saraceno.Venute sono venute ma, devo affinare la tecnica;quello che mi è piaciuto subito è stato il profumo che ha invaso casa ed il loro sapore.Sarà che ho impressa nella mente la bontà delle "gallette" bretoni, mangiate anni fa in Francia, sarà che amo questo non cereale che...da rifare.Una volta esaurita la pastella, dovevo decidere come impiegare le mie crepine...Dolce?Salato?Ho buttato un occhio alle mie riserve in frigo ed è nata questa delizia

ROTOLI DI GRANO SARACENO AI CARCIOFI

Per le crespelle:
Fate una pastella densa con acqua e farina di grano saraceno(non ho le dosi, le ho fatte ad occhio)e fatela riposare una mezzora in frigo.

Per il ripieno:
3 carciofi bio cotti al vapore
1 panetto di tofu (sbollentato se volete)
olio evo
sale
eventualmente mentuccia

Panna di mandorle

Fatta riposare la pastella, scaldate una padella antiaderente e formate delle crepe, ponendo un mestolino di pastella nella padella rovente.Esaurite la pastella.
Levate le foglie più dure ai carciofi e tenetele da parte.Frullate leAggiustate di sapore ed aggiungete della mentuccia secca, se vi piace.
Oliate una pirofila;prendete una crespella, farcitela col ripieno ed arrotolatela su se stessa;ponetela nella pirofila e fate la stessa cosa con le altre.
Irrorate i rotoli con la panna di mandorle, infornate 20 in a 180° e...sapetemi dire!
SOLITA FOTO ORRIPILLOSA FATTA COL PALEO-CELL
Immag0027

ECO CONSIGLIO:Se avete dei carciofi bio, non buttate le foglie esterne dure.Usatele per fare una tisana che farà benissimo per il fegato!;)

16 commenti:

Zia Elle ha detto...

bella ricetta, sapevo anch'io della tisana depurativa per il fegato ma in realtà non l'ho ancora mai provata, ottimo consiglio, grazie!

lise.charmel ha detto...

ho dei carciofi bio e devo cercare una ricetta per cucinarli, ma mi terrò senz'altro le foglie per la tisana. grazie del consiglio!

Claudia ha detto...

mmmh le voglio provare, mi facisti innamorare a primo colpo...nonostante la foto! ahahahah quindi sei magica *
il 17 non lo so che cosa si farà io farei festa almeno il giorno dell'unità...intanto giro con il tricolore sul pianale del bagagliaio della mia auto, fa tanto patriottico alla faccia di chi vuole solo il verde ;)
baciuzzi
super loVVosi
cla
piesse:andrei a comprare i carciofi bio solo solo per farmi la tisana ;)
*

Lo ha detto...

sono molto tentata di farmi tutto...piatto e tisana....sono golosissima di carciofi! un bacione

Alessandra ha detto...

Fantastica! E le foglie dure dei carciofi vanno bene anche per fare il brodo (in particolare per il risotto) e poi riesco sempre a toglierci la polpa cotta grattandola via con un cucchiaio :-)

accantoalcamino ha detto...

Ciao splendida :-), io faccio sempre la tisana con le foglie..me la tracanno durante il giorno al posto dell'acqua (pubblica, si, abbiamo le fontane gratuite con l'acqua buona, qualcosa funziona :-) )Con il grano saraceno ho fatto un pasticcio di crepes e asparagi..tutto "vegan", anche a me piace da matti, l'ho scoperto in valtellina con i pizzoccheri :-) Buon fine settimana.

Gunther ha detto...

delizia di nome e di fatto, i carciofi bio tutto un altro sapore, si sono tenere le foglie si possono fare delle tisane, io uso anche i gambi la parte tenera per fare dei soffritti e per qualche ripieno di verdura.

SE ho tempo settimana prossima parlerò del grano saraceno

Onde99 ha detto...

Ma perché mai il 17 Marzo dovrebbe essere festivo? Scusa, ma io vivo nel Paese delle Meraviglie in cui si arriva Attraverso lo Specchio, cos'è il 17 Marzo, il compleanno dello Stregatto?

Saretta ha detto...

Zia elle:e ti consiglio pure il resto ;)!
Lise:qui hai entrambi cara!e più sotto un'altro suggerimento x usare i carciofi!
Cla:hehehe, meno amle posso scrivere!Ebbrava,vai di bandiera :)Io mi sa che la festa la faccio cmq;)
Lo:a chi lo dici!!!
Alessandra:ecco un'altra bella eco idea, grazie!
Libera:ma vedi come siamo sincronizzate?!miticaaaaa stelinaaaaaa
Gunther:heehe i gambi li ho usati..qualche ricetta sotto!!!:)Attendo il post!!!
Onde:cara principessa,il 17 si festeggiano i 150 anni dell'unità d'Italia...benchè chi osteggia questo fatto è un numero massiccio...Se ci si mettono pure i ministri a litigare, andiamo bene!!!

Bibi ha detto...

prendo spunto per la pasta delle crespelle, mi pare davvero versatile.
grazie :))
B.

yari ha detto...

Ottima ricetta, il grano saraceno è uno dei miei cereali preferiti. Sul 17 marzo non so neppure io, lo scopriremo fra un mese (anche se per come siamo messi attualmente c'è poco da festeggiare...)

enza ha detto...

fantastica la foto!!! e lo dico sul serio.
io con il tofu ho un rapporto va e vieni, nel senso che vorrei ma poi temo mille cose.
una domanda scema: va sempre cotto prima di essere usato?
la panna di mandorle mi mancava ma mi perdonerai se uso quella normale?
le foglie dei carciofi oltre che in tisana andranno a compost.

Gas ha detto...

Sara ma quando mi inviti a cena?
sono sempre stupefatta dalla quantità di informazioni su cibi vegan che riesco ad avere quando vengo a scuriosare tra le tue pagine.
le crepes di grano saraceno sono un amore a primo assaggio quando sono stata sulle coste bretoni.. la panna di mandorle quando l'assaggerò sarà il mio nuovo amore ;)
di carciofi ne mangerei a quintali.. peccato che non piacciono ad Alberto :(

lamelannurca ha detto...

ma cos'è la panna di mandorle??
sono estasiata sia dalla ricetta sia dal ricordo delle gallette francesi!

Saretta ha detto...

Bibi:brava, fammi sapere!
Yari:è buonissimo..chi vivrà vedrà allora!
Enza:sei troppo buona!!!!Massì vai con la panna che preferisci, io amo troppo quella di mandorle o avena!Il tofu puoi evitare di sbollentarlo ma, ho notato che si ammorbidisce di brutto...Sei pure avanti, hai il compost!baciiii
Gas:palesati quando passi, mi fa piacere!prova con altra verdura se Alberto non gradisce.Grazie di tutto e..a presto!
Melannurca:hehe è panna di mandorle, la trovo in bricchetti tetrapack

terry ha detto...

un ottimo eco consiglio che approvo...e pure tutto il resto! amo anche il grano saraceno! :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...