giovedì 22 maggio 2008

SCIUI' SCIUE'

A volte mi pare di far la figura della cuoca fast food, nel senso che posto robine sempre veloci.In realtà , a volte, come l'we scorso, spadello per ore..(avevo la cucina di mamma libera a disposizione=parco giochi per me abituata alla mia cucinina milanese!!!).

Quello che è poco è il tempo a disposizione, durante la settimana;non per questo mi fermo alle scatolette(ad eccezione della sfoglia di Rana..) e cerco sempre qualcosa di fresco, stagionale e gustoso(almeno ci provo).Una cosa che non manca mai sulla mia tavola(oltre al pane) è il contorno.Tovo sia importante accompagnare le pietanze con della verdura, a me piace da matti poi!


Dopo le lasagne agli asparagi, oggi vi propongo un contorno veloce con un'altro protagonista della primavera:gli agretti o barba di frate.Presi per curiosità la prima volta, è stato poi amore!Ho letto in giro che sono un po' controversi:apprezzati, detestati x la difficoltà di pulitura(???), "sanno di terra" etc, etc..io li ho trovato deliziosi.Una volta ci ho fatto una frittata di ceci(non fotografata mannaggia, la bocca è stata + veloce!);questo giro li ho gustati come contorno, e mi sono piaciuti.

AGRETTI SALTATI
Un mazzo di Agretti
olio E.V.O.
Aglio
Sale
Uvetta
Mondare gli agretti privandoli delle radici e lavarli per bene.Lessarli in acqua salata per una decina di minuti e scolateli.Nel frattempo ammollate l'uvetta passa in acqua.In una padella fate rosolare dell'aglio in olio e.v.o. ed uvetta; successivamenteaggiungere gli agretti lessati e fateli saltare per bene.

Servire come contorno o utilizzarli come "ingrediente" per una gustosa frittata.

8 commenti:

enza ha detto...

gli agretti mi piacciono da morire ma mondarli...che fatica.
specie per il fatto che in casa li mangiamo tutti e allora mondare gli agretti per 5 persone diventa una follia.

enza ha detto...

dimenticavo, vabbè che la frittata di ceci non l'hai fotografata ma almeno raccontacela! :)

Alex e Mari ha detto...

Quanto mi mancano gli agretti, qui non si trovano proprio. E poi mi chiedo anche perchè il Signor Rana non esporta la sua sfoglia in Germania. È troppo buona.
Gli agretti mia nonna li faceva sempre solo con olio e limone, ma saltati in padella devono essere buonissimi.
E poi: evviva le ricettine veloci!
Bacioni, Alex

Saretta ha detto...

Enza:Eh c'hai raggione pure te tesora!Allora per la frittata di ceci:Prendi 100 gr di farina di ceci e forma una pastella con l'acqua.Lasciala riposare 3 o 4 hore(io una notte).Scalda una padella untamischia gli agretti con la pastellina e cuoci fino a che si rapprende.Oppure, meglio, caccia in forno a 180°, mi pare venga migliore.
Baciiiiiiiiiii
Alex:Se vuoi te ne spedisco un po'!;)Olio e limone, pensa te, non li ho provati!Grazie della dritta tesoro!bacio

Pippi ha detto...

buono questo contorno...io non li ho mai assaggiati e mai comprati...li ho intravisti al super l'altra settimana...ma non è che mi sfagiolino molto però poi a vedere quello che tu ed altre brave cuochette ci tirate fuori........;-) forse dovrei comprarli...e provarli....hehehe un bacio Pippi

Lory ha detto...

Io li adoro specialmente se abbinati al pesce ;-)
La cucina veloce si fa si fa ;-)

Fra ha detto...

Buonissimi gli agretti! A me piace anche aggiungerli alle zuppe, danno un gusto tra l'amarognolo e l'acidulo che non mi dispiace. Oppure fatti al vapore e conditi con olio e basilico...mmm...
E poi evviva le ricette fast, se no uno deve chiedere la giornata di 48 ore per destreggiarsi fra tutti gli impegni
Bacio e buona giornata
Fra

Saretta ha detto...

Pippi:A voltye sai che "provare x credere" riserva ottime sorpresine?!
Lory:vedo bene anch'io agretti&Pesce...essì, w le ricette fast!!!
Fra:concordooooo!!!bacini e buona giornata

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...