martedì 6 maggio 2008

MAREMMA che meraviglia!

Rieccomi qui, come promesso cerco di fare un resoconto degno dei bellissimi 4 giorni trascorsi ad Orbetello e dintorni..Un po' di parole e poi lascerò parlare le immagini, ok?
Da Milano la strada è parecchia ma, a giochi fatti, ne vale più che la pena!Francamente non immaginavo di trovare una natura e dei paesaggi così belli, sebbene fossi convinta che la Toscana sia tutta bella..




Orbetello è un piccolo centro, un'isoletta collegata alla terraferma e circondata da una bellissima laguna, che le dona un sapore davvero singolare oltre ad assicurare un ecosistema eccezionale.


Piccola, tranquilla e piena di gente cordialissima, quello che si dice "sentirsi a casa".I bimbi giocano a pallone per le vie, anche di sera, quando tutto il borgo pullula di giovani che si ritrovano per trascorrere assieme la serata;si respira tranquillità, serenità, relax, un mix che ha giovato non poco al mio famoso reset-mentale!
Last but not the least... si mangia divinamente spendendo davvero poco(rispetto a Milano)...Pesce fantastico apprezzato appieno nelle preparazioni più semplici, sublime!

Tornando un po' sulla terra ferma puntatina a Porto Ercole( ci siamo sparati a piedi Orbetello-PE tanto x sgranchirci le gambette dopo 6 h di macchina..la sera eravamo a pezzi!)...piccino e semplicissimo porticciolo, sovrastato da due forti spagnoli...




Piuttosco "bolliti" da viaggio e camminata, la prima sera siamo stati in un posto famosissimo appena fuori dalle mura spagnole di Orbetello:Ai Pescatori.
Di fatto è una trovata commerciale geniale:il cionsorzio di pescatori lagunari ha costituito questo ristorante davvero alla buona ma con un rapporto qualità-prezzo senza eguali.Armatevi di pazienza, ritirate il numero come dal salumiere, attendete, scegliete il menù, pagate e sarete accompagnati a tavola!Tutto il contrario di quel che avviene in un ristorante normale ma, ne sarete conquistati quando vi troverete nel piatto una orata gigante gustosissima, pagata solo €10..


Passiamo poi a Porto Santo Stefano, un centro molto più grande e ricco di scorci bellissimi, ed una visuale sulla vicina Isola del Giglio e Giannutri.Proprio da lì siamo partiti con il traghetto che ci ha catapultato su un'isola incantevole "Aegilium":il nome non deriva, come erroneamente si crede, dal fiore omonimo ma da Aegilium- capretto, che popolava l'isola in passato.Dopo 50 minuti di traversata, accompagnati da molti gabbiani(poi ditemi che divertimento c'è a dar da mangiare agli stormi di volatili, rischiando conseguenze poco piacevoli...), si giunge a Giglio Porto.




Prendiamo qualche prelibatezza e acqua in uno dei panifici che s'affacciano sul porto e via verso in Castello!Strada o sentiero?Secondo voi...
Una vecchia mulattiera davvero scoscesa ci conduce a Giglio Castello(si può anche prendere l'autobus).La fatica non è indifferente ma, il paesaggio incantevole, il profumo di ginestre selvatiche, e la varietà della vegetazione, rendono tutto un po' più lieve o quasi( chiedetelo al mio ometto...;)Non so quante volte mi sono soffermata a guardare l'orizzonte e contemplare la vista che, via via si saliva, diventava sempre più spettacolare...




Dopo poco più di mezz'ora di scarpinata(tempo stimato dalle guide 1 h..scusate se è poco!), giungiamo a Giglio Castello.Lascio parlare le foto perchè è un incanto di suo e non servono troppi commenti(intanto mangiamo un boccone va..)







Ristorati a dovere baciati dal sole, e fatto un girello per le viuzze di Giglio Castello, riscendiamo la mulattiera per raggiungere Cala Arenella(vista dal castello), una tra le spiagge più belle dell'isola(visto il poco tempo abbiamo dovuto fare una scelta..)Cammina cammina arriviamo in una piccola caletta e ci abbandoniamo sulla sabbia, godendoci il bellissimo sole della giornata



Stanchi e felici abbiamo poi fatto ritorno al Porto e fatto vela per i ritorno ad Orbetello.


La sera, stanchi e felici, siamo stati a cena vicino al nostro albergo alla

Trattoria del Lupacante
Cso Italia 103
Orbetello(GR)
0564 7807618
Ottimo menù, dagli antipasti alle zuppe di legumi e pesce, alla pasta, ai tortelli col pesce, ai secondi...Le alici marinate che ho assaggiato lì tenterò di replicarle, troppo buone!


Il terzo giorno decidiamo di concederci una giornata di RELAX, dopo le scarpinate dei gg precedenti ed in vista del viaggio di ritorno(la profezia poi s'è avverata!).Andiamo a Talamone, paese del comune di Orbetello, all'ingresso sud del Parco dell'Uccellina.La bellezza di questo posto, abbracciato dal mare, è la vista da un lato del mare, dei colli maremmani dall'altro...
Antico castello che svetta sul promontorio e...guardate che caletta!E' il Bagno delle Donne, dove abbiamo adagiato le stanche membra per tutta la giornata(prendendoci un bel colorino...gamberetto per qualcuno, non io!).Ci voleva una giornata di riposo lì, visto anche il tramonto..






Non contenti, al lasciando Talamone ci siamo sparati 2 ore di macchina vs l'entroterra(Saturnia&co)...semplicemente stupendo!Quei colli sono poesia unica...
Cotti, bruciati(o quasi) ed affamati, la sera siamo stati a cena in un posto semplicissimo consigliatoci dal nostro albergo
Ristorante Baldo Vino
Via D.Alighieri 14
Orbetello(GR)
0564 860387
Gestore napoletano simpaticissimo, cuoco siciliano...secondo voi come si mangia???Da ddiooooo!
pasta con sarde e finocchietto, anciova e muddica...'na favola!
Pancia piena e occhi traboccanti di bellezza ci siamo addormentati in vista del viaggio di ritorno.
9 h sono tante diamine, roba da togliertiparte dell'energia e la carica acquistatati nei gg di vacanza...se penso però a quel che ho visto dico "sì, ne è valsa la pena!"Eppoi si sapeva che per questo ponte sarebbe stato un delirio.
Spero di ritornare in Maremma per vedere le troppe cose a cui ho divuto rinunciare causa mancanza di tempo:l'entroterra, la riserva dell'Uccellina, il mondo dei Butteri....
A prestooooooo!

14 commenti:

fiordisale ha detto...

wow che bello sono la prima, finalmente sono riuscita a passare e mi aspettavo giusto il reportage (che è stato SUPERBO!)hai superato te stessa, brava. Barava per i dettagli sui riferimenti, sugli indirizzi, su tutto. sei stata perfetta. Ho in mente di fare una guida michelin dei poveri, quindi fa mente locale a tutti i posti che ti sembra siano meritevoli di essere inseriti in lista. Ti va come idea? Pensa che figo avere una lista online da consultare in qualunque posto ci si trovi con la rece di chi c'è stato!
Dai dimmi che ne pensi

Saretta ha detto...

Eccola qui la mia cara Gì!ma poi è rimasto il mio commento?Quella babbea d'una connessione m'è partita anche da casa stamattina..tse!
Sei davvero gentile per le tue parole, non sai come mi faccia piacere il tuo parere!A dir la verità è tutta spontaneità..ho un futuro?Per il tuo progetto ci sto!
Alla fine, quando si viaggia, si ha bisogno di pareri provenienti "dal campo", anzichè di tante parole dette da qualcuno che è sponsorizzato x parlare no?
Ebbrava Gì, una ne pensi e cento ne fai te..
Un bacio grande!:D

Alex e Mari ha detto...

Voglio tornare in Italiaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!! Quando vedo queste immagini mi prende una fortissima nostalgia dell'Italia e mi chiedo che ci sto a fare io qua! Che colori queste foto. Mi hai fatto sognare un po', grazie. Un bacio, Alex

Saretta ha detto...

Quando torni fammi un fischio che ti aspetto!Poi fuggiamo al mare però!;)Quei colori ti aprono il cuore, hai ragione...bacione bella!

stelladisale ha detto...

quando facevo l'autista ho fatto bergamo-orbetello-bergamo in una giornata sola e non ho visto un tubo, quindi non lamentatevi nèèè :-))
è vero conta più un bel post con esperienze personali che una guida turistica,
baci

Ciboulette ha detto...

Che voglia di partire!!!!!!!!!!

Come sei stata brava a fotografare e a raccontare, ma secondo me anche a goderti la vacanza!!!!!

Metto nella "wish list" dei viaggi!!! :)

Saretta ha detto...

Stella:non mi lamento daiii!l'importante è partire!;)
Ciboulette:ma che carina che sei!Segna segna che ne vale davvero la pena!

Pippi ha detto...

hehe la toscana è sempre molto affascinante devo ammetterlo e poi saturnia------- insomma beata te!!! e complimenti per le foto!!!
un bacino Pippi

astrofiammante ha detto...

Della toscana credo che di brutto,ci sia ben poco è sempre un piacere tornarvi e l'isola del Giglio è proprio uno stupendo fiore.........
io però al castello ci sono andata in autobus.....la pigronite è sempre presente.

Saretta ha detto...

Pippi:ma cara...beata te che ci vivi in Toscana!Io devo spararmi di quei km....;)
Astro:Beh, l'importante è il risultato dai!Non ti dico come era ucciso il mio boy dopo la scarpinata...;)

salsadisapa ha detto...

che stupende foto! e poi questo è uno dei periodi migliori per godersi la pace di luoghi così splendidi :-) ho fatto un giro simile l'anno scorso in settembre, non sai che bello! piccola dritta: conosci l'isola di capraia? è un incanto... sembra il Giglio in miniatura :-) baci!

Saretta ha detto...

Grazie Sara!Troppo buona, sono una dilettante allo sbraglio io!(presente quelli della Corrida?)
Capraia la conosco di nome...vorrei davvero scoprirle una per una queste meraviglie!
Un bacione!
saretta

Monique ha detto...

anche io mi sono innamorata della Toscana (grazie a un toscano) ma porcaccia zozza non riesco proprio a trovare uno straccio di lavoro per andare a vivere lì...appello pubblico!!!come posso fareeeeeee
intanto qs weekend...cala violina..chi è curioso la cerchi in Wikipedia..

Saretta ha detto...

Monique!Senti, ese c'invetassimo qcosa?Così via in blocco vs la Toscana!;)
Saretta

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...