lunedì 12 maggio 2008

NON SOLO PANE....

Ho ricette recenti in saccoccia, ma ho avuto problemi con il pc;così tutto riinviato ai prossimi post.

Forse manco d'originalità ma, la necessità a volte ha la prevalenza...Un po' per aderire all'operazione "puliamo la dispensa" lanciata da Fiordisale, un po' a causa del mio amore per il pane ed il dolce...panifichiamo???

Ho ripreso la ricetta del pane con uvetta, apportando alcune modifiche:farina di segale ed aggiunta di datteri al posto di farina di grano saraceno e prugne secche.Il risultato?Ho dovuto nascondere parte della pagnotta in freezer o me la mangiavo tutta!


PANE di SEGALE con UVETTA e DATTERI
-250 gr di farina di integrale di segale
-250 gr di farina di manitoba
-320 gr di acqua
-un cucchiaino di malto (anche due belli abbondanti che danno un aromino...)
-5 gr di lievito di birra secco(10 gr fresco)
-1 tazza di uvetta ammollata e datteri disidratati
-sale


Dopo aver miscelato le farine con lievito, ho unito l'acqua col malto ed impastato a lungo, sino a che la farina abbia assorbito tutta l'acqua e l'impasto sia liscio.Fatto ciò, ho coperto la ciotola con un canovaccio e lasciato lievitare per tutta la notte.Il mattino seguente ho rotto la lievitazione, aggiunto all'impasto l'uvetta, i datteri ed il sale.Ho ricoperto nuovamente la ciotola con il canovaccio e lasciato lievitare per altre 2h.Ho acceso il forno a 200° ed infornato per 30 minuti.


Ottimo a colazione solo o con un filo di marmellata, magari di frutti di bosco.Assai gradito per chiudere un pasto...

17 commenti:

Kja ha detto...

Ciao Saretta,
il tuo pane con uvette e datteri dagli accenti mediorientali sarebbe stato graditissimo nella mia colazione di stamattina, peccato averne avuto uno bianco molto piu` banale.


un bacio


Kja

sandra ha detto...

Qusto qui lo vedo bene spalmato con una crema fondente di Gobino!
Grande Saretta!
:-)))

Saretta ha detto...

Uaaaaaaaaaa!che piacere e che sopresa la vs visita!
Kja:con quelle sfiziosità che prepari credo che avrai reso regale anche del pane bianco!;)bacione
Sandrina:Crema fondente di Gobino?Me lo segno come promemoria!Ah la morte suaaaaaaa!smack

Claud ha detto...

Quanto mi piace il panuva! Siccome non mi convincono i dolci dolci, mi sono sempre battezzata il palato con il pane all'uvetta, che non è mai dolcissimo... con la segale e la lievitazione lunga, il tuo mi pare proprio venuto bene!

Saretta ha detto...

Claud...a me è un "dolce" che fa impazzire, nonostante sia una golosastra...
Troppo gentile cmq col mio panozzo!Dai che te ne allungo una fettina...;)

campo di fragole ha detto...

Mamma mia che pane!! Me lo mangerei tutto anche io!! Nudo e crudo... mi piace troppo il pane e se e' buono lo mangio anche senza niente :P
Un bacione,
daniela

Saretta ha detto...

Dani lo dici a me????;)
bacioniiiii

Spilucchina ha detto...

Buonissimo!
E poi ha la farina di segale! Riuscirò mai a finire le scorte industriali della mia dispensa?
Grazie, mi piace molto!

Viviana ha detto...

sì sì sì sììììì
panifichiaaaamooooo!!
bbbbbonoooo mi ricorda tanto quando ero piccola lo sai?
proverò a farlo perchè son oconvinta che il sapore sia lo stesso!
unb acio enormeeee

Saretta ha detto...

Spilucchina:sìsì l segale!Mi piaceva il "ruvido" di quella farina ed il dolce della frutta essicata..:)
Viviana:Se riesco a catapultarti all'infanzia posso solo essere felice!

Fra ha detto...

Ciao Saretta
che bella pagnotta dorata. Io ho scoperto da poco le gioie della panificazione ma credo che il panificio mi vedrà sempre meno. E' troppo bello veder crescere la pasta, aromatizzarla, coccolarla, aspettare che si formino tutte le bollicine
Un bacio e grazie per questa ricetta così particolare
Fra

Ciboulette ha detto...

Saretta,
ma come sei brava!!!!!
Anche tu con il pane......proprio una bella pagnotta!!! :)

Saretta ha detto...

Fra:ciaoo cara!Hai proprio ragione, la panificazione è "terapeutica"!Per me è impagabile il profumo di pane che invade dolcemente casa!Eppoi, il pane casalingo...appena riesco pubblico in No Knead Bread che mi viene da dio!
Elvira:ma che gentile che sei..io senza pane non ci vivrei!!!

Lory ha detto...

Senti quando verrò a Milano ti presenterai con uno di questo sotto braccio?
Io porterò un barattolo di marmellata che ne dici? ;-)))

Ely ha detto...

ciao Saretta ma che bel panozzo!!! ideale davvero per una colazione e anche spalmato di miele :-))) me lo mangerei ora :-)))

Saretta ha detto...

Ely!Chiamasi pane tuttofare..è buono comunque lo mangi!;)

Pippi ha detto...

hmmmche bello questo pane me lo ero perso!!!! io adoro il pane in tutti i modi e questo è veramente particolare, brava! un bacio Pippi

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...