venerdì 17 settembre 2010

PRIMA CHE FINISCA L'ESTATE...

Non fai in tempo a voltarti...che l'aria la sera si fa freschina, cominci ad indossare il giubbino di pelle leggero(una delle mie fisse), magari infili anche la copertina di cotone sul letto.Settembre è così, in bilico tra l'estate che muore e l'inizio dell'autunno.Forse ve l'ho già detto, a me settembre ha sempre un po' intristito e scombussolato.Intristito perchè io sono figlia della bella stagione, dell'estate e mi sento un po' "morire" anch'io assieme alle foglie!Scombussolata perchè qui a Milano a settembre ritorna il caos, il rumore, la frenesia, l'aria fetida, la gente isterica, che ci avevano dato tregua in agosto.Ho capito che sono fatta per luoghi sani e tranquilli, un luogo come Milano mi stritola letteralmente!Ma, tant'è si va avanti e, per fortuna, ci sono papà e mamma(nonni, amici etc etc) che ci offrono occasione di fuga nella tranquilla provincia.Il che non è affatto male.Peccato solo che passi la maggior parte del tempo centrifugata qua.
La ricetta-non ricetta(finalmente!) che vi posto oggi, la realizzai tra una vacanza e l'altra, in un torrido sabato agostano in Milano.Di accendere il forno non se ne parlava proprio, freschezza, sapori puri era quello che ricercavo!Come sempre, se si utilizzano materie prime giuste, il risultato non può che essere gustoso!
Per salutare l'estate, e per chi ha la fortuna di vivere in zone in cui si potrà godere ancora per un po' la bella stagione....

POMODORI CRUDI RIPIENI DI RISO SU LETTO di RISO CONDITO COL LORO SUGO
Riso per due persone(6 pugni?)Io ho usato eccezionalmente un ottimo riso normale, adatto epr le insalate di riso(non dasupermercato).
4 pomodori tondi ramati(magari dell'orto)
olio evo
3 cucchiaini di patè di olive taggiasche(in casa mia va via COME e CON il pane!!!)
olio evo
Basilico fresco
origano secco

Lessate il riso con la cottura passiva(faceva un caldo..).Scolatelo e granatelo per bene.
Lavate i pomodori e tagliatene la calottina quindi, svuotateli con laiuto di un cucchiaino e mettete da parte il contenuto in una scodella.Salate in po' i pomodori e capovolgeteli.
Spezzate con le mani il basilico ed aggiungetelo alla polpa dei pomodori, insieme all'origano ed al patè di olive.Una volta farreddato il riso conditelo con il composto preparato.Riempite un poco i pomodori che adagerete poi su un letto del riso avanzato.
Un filo di olio evo di quello buono buono e...BUON WEEKEND!

P8211758

9 commenti:

Kitty's Kitchen ha detto...

Ciao Saretta!
A differenza tua io adoro il mese di settembre lo trovo romantico e poi è il mese del mio compleanno! :))
I pomodori fatti così sono davvero gustosi un piatto unico adatto a questo mese che ancora di ha voglia di estare.
AH! Volevo dirtiuna cosa, ho notato che hai il mio vecchio indirizzo sul blog roll e non ti compaiono da settimane i miei aggiornamenti... Il nuovo indirizzo è questo qui: http://www.kittyskitchen.it/
bacione

Federica - Pan di Ramerino ha detto...

I pomodori col riso!!! Li ho pubblicati anch'io poco tempo fa, ma i miei sono con la cottura anche del pomodoro! Buoni buoni!

Ti invito a partecipare al mio primo contest:
http://pandiramerino.blogspot.com/2010/09/il-mio-primo-contest-marios-mushroom.html

ti aspetto!!!!

Onde99 ha detto...

Io, al contrario, adoro il mese di settembre e le mille prospettive che l'aprirsi dell'autunno offre... ma mi gusto volentieri gli ultimi raggi di sole estivo con una serie di piatti intrisi di pomodoritudine...

astrofiammante ha detto...

a me piacerà sicuramente, bella idea e prima che finiscano i pomodori me li preparo ...la cottura passiva vuol dire lasciare il riso in ammollo?

Uvetta ha detto...

che bella foto saretta, brava! il riso si sa io lo metterei ovunque...proverò. Settembre però mi piace, a patto che non faccia troppo freddo eh!

arabafelice ha detto...

Sono come te, Settembre mi ha sempre messo tristezza...io sono figlia della primavera :-)
In compenso mi rallegrano i tuoi pomodori, che e' parecchio che non preparo in questo modo.
Ciao!

Luca and Sabrina ha detto...

Come ti capiamo! Vivere stritolati dentro una città è stressante, è per questo che noi appena possiamo cerchiamo di evadere verso spazi aperti e meno trafficati! Però settembre lo amiamo perchè corre sul filo, è in equilibrio tra l'estate e l'autunno e come Kitty lo troviamo romantico! C'è da dire che quest'anno è stato avaro di belle giornate, ma noi in Sardegna abbiamo avuto solo giornate di sole e pare che lì l'estate andrà avanti fino alla fine di ottobre. L'unico problema è vivere al nord!
La ricetta è sfiziosa, i pomodori dell'orto sono sempre i più buoni, abbiamo la nostra vicina che ci rifornisce spesso e volentieri anche di pomodori!
Buona giornata
Sabrina&Luca

accantoalcamino ha detto...

Ciao Sara...a me piace settembre, stimoli nuovi, atmosfere ovattate e silenziose (non abito a Milano ;-))e quando arriva la monotonia ecco pronta una nuova stagione, con nuovi stimoli e nuove atmosfere...sono anch'io romantica e un pò malinconica...bacino *_*

terry ha detto...

Credo che se si vive fuori dal centro... le stagioni ed i loro mutamenti vengan vissuti con molta più gioia, si vede la natura cambiare, i colori, i profumi, i frutti, nuove cose di cui godere... ogni stagione che arriva ci toglie ma ci dà... il bello è poi è aspettare per quasi un anno che la stagione passata ritorni! :)
forse per chi vive in città come te, che sei nella grande e caotica Milano...l'effetto dev'esser ben diverso!....purtroppo! ...ceca di rifuggire in provincia quanto puoi tesoro! :)
Io cmq mi godo questo piattino fresco emblema dell'estate per colori e gusti! bellissima idea senza forno!:)
baci

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...