martedì 28 ottobre 2008

MAMMA LI TURCHI...Per davvero questa volta!

Lo so, probabilmente farò piovere( eddai che ne abbiamo bisogno!) ma...Vi presento i famigerati scatti turchi(selezionati per tematica).
Facciamo una breve premessa, innanzi tutto.
Come vi avevo detto prima di partire, era da molto tempo che desideravo visitare Istanbul e, dopo esserci stata, ancora mi fa pensare sapete?Due post fa vi avevo espresso le mie impressioni a caldo:città strana ed interessantissima, piena di contrasti, di cose che mi sono piaciute da matti(come i panorami, il cibo , la cortesia e l'apertura mentale della gente) e cose meno(il traffico infernale, la puzza di piedi nelle moschee, il caos esagerato in certe zone..).Tuttavia, a distanza di giorni, nonostante abbia detto che non mi è rimasta nel cuore come altre città, ancora ci penso e ci rifletto.Insomma da vedere, senza ombra di dubbio.
Una città enorme, immensa con i suoi quasi 16 milioni di abitanti, le sue innumerevoli moschee, le abitazioni che si sovrastano e le strade che sono un dedalo in cui puoi perderti con estrema facilità.Un luogo in cui respiri millenni di storia, l'orgoglio romano contro quello ottomano, civiltà occidentale ed orientale che si mescolano e convivono in pace(eccezionale).Burqa e minigonna, Mc Donald e Kofteci, Santa Sofia e Moschea Blu...se non è un tripudio di contrasti questo!
Per scoprire Istanbul nei suoi tratti principali vi basterà un weekend, magari lungo, ed un po' di organizzazione.Io e la Luisa abbiamo optato per una soluzione fin troppo comoda, non avendo nè l'una nè l'altra il tempo di documentarci per tempo e fare un viaggio fai da te.Abbiamo prenotato, volo, albergo(nella zona Taxim, dove si festeggia il Capodanno;col senno di poi non darei retta all'agenzia e lo prenderei in Sultanhamet, la zona antica), gita di un giorno per la città antica(Mercato Egizio, Gran Bazar,Ippodromo di Costantino, Santa Sofia, Moschea, Blu, Topkapi), gita di un giorno con crociera sul Bosforo( vista al cafè Pierre Loti, Crociera con passaggio del ponte Euroasia, pranzo in zona storica, palazzo Beylerbeyi, Collina di Camlica per osservare Istambul Europea dall'Asia).Devo dire che è stata un'ottima scelta, visto che il giorno seguente al nostro arrivo(di sera) eravamo totalmente disorientate :).
La guida della prima giornata non era niente di che, quasi tutto è stato lasciato al nostro spirito critico.Il giorno seguente, invece, siamo state accompagnate da ua guida davvero in gamba e disponibilissima, prodiga nei racconti.Niente da dire, la parte storica è affascinante, tra magnificenze architettoniche, finezze decorative, colori...è la storia che parlava!Una cosa curiosa che potrete scorgere tra i "francobolli" è il micino tipico della zona con gli occhi di colori diversi!!!
Poi, il Bosforo e la diversa visuale della caotica metropoli dall'acqua..uno spettacolo!Passare da un continente all'altro con tanto di "benvenuto in Asia""benvenuto in Europa", vedere la differenza tra le due zone della città( caotica, concentratissima, piena di moschee l'europea, residenziale, lussuosa e tranquilla con pochissime moschee l'asiatica), visitare la residenza estiva dell'ultimo sultano e carpirne già l'apertura verso la civiltà occidentale è stato davvero affascinante!
Beh osservate un po'...


My creation

Bello vero?Ora guardate i tesori di Santa Sofia...prima o poi devo visitare Ravenna accidenti!



My creation

Ed ora passiamo al discorso più goloso...il cibo!!!La cucina turca è deliziosa a dir poco!Bilanciata nei suoi piatti(compaiono quasi sempre proteine, carboidrato e vegetali contemporaneamente), forse un po' troppo dolce nei dessert ma, che meraviglia!Vi riporto una descrizione perfetta di questa cucina...

"Come si mangia in Turchia?
Con una sincera risposta "molto bene".

La cucina turca è considerata una delle migliori nella varietà nel mondo.

Considerata dai gourmet tra le più varie e raffinate del Mediterraneo, la gastronomia turca non teme confronti con le migliori cucine europee. Profumata e ricca di spezie, offre una serie di specialità dove i sapori di carne - montone e agnello, soprattutto - convivono con piatti a base di verdura. Un mix assolutamente unico per equilibrio e originalità.
I piatti turchi in stragrande maggioranza rappresentano specialità della cucina mediterranee e asiatiche arricchite da un tocco autentico di fantasia e ricercatezza con olio d'oliva, re della cucina mediterranea, e le spezie, ingrediente principe di quella orientale. Ci si basa sempre e comunque su ingredienti freschissimi: le verdure in primo piano, e poi carni e pesci cotti su braci di legni aromatici. I pesci profumano d'acque profonde, i dolci possono rappresentare la quintessenza della soavità: miele, mandorle, uova e latte.
La sintesi gastronomica che scaturisce dall'incontro della cucina asiatica con quella mediterranea ha proprio in Turchia il suo momento più alto. "

Ad istanbul una cosa è certa:non potrete morire di fame!Se proprio siete schizzinosi vi sfamerete con i semplici e buonissimi Simit, che acquisterete comodamente in uno di quei simpatici carrellini rossi che popolano le strade.Poi berrete tè amarissimo(çay),a profusione..pensate che io a colazione mettevo un dito di cay nella tazza e lo allungavo poi con acqua bollente, talmente era forte ed amaro(sono abituata a the deteinati giapponesi io!).

Adorabile e spesso utilizzata come entreè, la mercimek çorbasi (zuppa di lenticchia), devo replicarla perchè così buona mai mangiata!

Tra i Meze(antipasti), mi sono piaciuti tantissimo i Dolma in foglia di vite(comune alla Grecia) e salsine varie come la patlican salatasi, gustosissima salsa di melanzane allo yogurt (attenzione alla cipolla, è micidiale..).

A parte i vari Kebab, che ho lasciato alla Luisa, da provare perchè superlativi :i“Gözleme” prodotto di pastasfoglia caratteristico fatto a mano dalle donne( qui sotto poi vedrete la sciura all'opera..). Cotta su un piatto speciale di metallo ovale sulla griglia questa pasta viene riempita con formaggio e prezzemolo o carne o verdure o patate.Non vi dico quanti ce ne siamo magiati una sera...Special mention ai börek:immaginate una serie di strati di sfoglia di lasagne sovrapposte ripiene di formaggio e prezzemolo o carne o verdura...da libidine!Per la cronaca è quella specie di torta enorme tra le foto sotto.L'ultima mattina, dopo aver consumato una lauta colazione dolce(e stavo scppiando), non ho potuto fare a meno di mangiare gli ultimi due Borek, con estrema indignazione della mia amica...

Passando ai dolci è un tripidio sdi sesamo, frutta secca miele...da diabete!!!Però vanno assaggiati, seppur omeopaticamente..Immancabili i baklava, i pasticcini di pasta sfoglia ripieni di noci, pistacchi o nocciole, cotti al forno e irrorati con un denso sciroppo di limone. Aşure, chiamato “Budino di Noè” è fatto con numerosi tipi di frutta secca e cereali. Il muhallebi (purè di riso al latte, budino di farina di riso). Kadayıf è una tipica pasta sfogliata di frumento tagliuzzata come i capelli d’angelo in sciroppo con pistacchi o nocciole. Lokum (Delizie Turche) sono cubi di gelatina candita (con nocciole, pistacchio o noce) confezionate con essenze di frutta o di fiori e spolverate con lo zucchero in polvere.Helva è un dolce composto da farina di sesamo e sciroppo( me en regalavo un pezzettino ad ogni colazione, insieme alle altre centinaia di cose che mi sbafavo!)

Unica nota negativa...bevete il cay ma attenzione a quello per cui ho rotto le scatole 2 gg a Luisa!"Voglio provare l'Ayran"!Una sera usciamo a cena e lo prendo come bibita.Mi arriva questo bicchierone dall'aspetto di mega frappè(sapevo che era a base di yogurth), gli occhi s'illuminano, l'acquolina aumenta e...per poco non mi viene un colpo quando lo sorbisco!!!!Piccolo particolare, è sì a base di yogurth ma..SALATO!!!De gustibus...io non sono riuscita a berlo, nemmeno dopo averci aggiunto 10 bustine di zucchero(con sonno orrore dei turchi!).

Beh, a parte questo incidentino direi che mi sono sfamata più che degnamente!

Ora una carrellata sulle cibarie...


My creation

Bene, ora che vi ho stordito con parole&immagini una domanda...ma quanto bella è la bandiera turca?!

PS:a Milano piove!!!!

11 commenti:

Lory ha detto...

Bellissimo post ne è valsa la pena aspettare ehhh ;-)
Sai che cosa mi rattrista molto quando leggo di post dedicati ai viaggi,che quasi sempre cè una foto che riguarda la miriade di animali abbandonati ,lo so è stupido ma ccidenti quanto mi fa male,a tale proposito vinei un pò da me,cè un signorino molto simpatico che ti aspetta per regalarti un sorriso ;-))

ღ Sara ღ ha detto...

che meravigliaaaaaaaa e qiuante bontà Saretta!! anche io adoro viaggiare!! un bacino!!!

astrofiammante ha detto...

e brava saretta, mi hai ricordato quei carrettini che inseguivo per le ciambelline....a differenza di te la città invece mi ha colpito e ci tornerei volentieri.....mi pare ti sia data da fare per accontentare il pancino....e d'altra parte è pur vero che si mangia benone e quello che mi è rimasto più impresso è la cisterna, ma di cose da vedere ce ne sono un sacco, ciaoooooo e baci!

Fra ha detto...

Ho amato ohni contrasto di Istanbul. Una città affascinante, strana, unica. Cibo ottimo e gente davvero cordiale. I tuoi scatti e il tuo racconto ne descrivono perfettamente l'anima da Giano Bifronte che guarda e collega in una sola unità Occidente e Oriente creando quella terza via che la rende così speciale
Un bacio grande
Fra

AndreA ha detto...

Ma quel gattone ha un occhio celeste e l'altro giallo??? O_O

Interessante il resoconto, belle le foto!! :-)


Un abbraccio, a presto!! :-)

Saretta ha detto...

Lory:ma Lory non ti preoccupare che quei micioni se ne stavano beati tutti assieme nel parco del Topkap!non se la passavano malaccio, credimi!bacione
Sara:bacino a te e grazie!
Astro:hehe, ma mica li ho assaggiati tutti tutti i dolci però, sennò mi ricoveravano!besos
Fra:perfetta la tua descrizione, un bacino cara!
Andrea:visto che micione strano?!a presto!

Pippi ha detto...

post bellissimo! belle le foto e ricco di notizie grazie per il viaggio on line che mi hai fatto fare!!! a presto Pippi

sandra ha detto...

:DDDD
mi hai fatto morire: la puzza di piedi e 'ayran con lo zuccheroooooooo, sei un MITO cara, come non amarti!
:-******
ps. ma il risto lo hai poi trovato o le mie indicazioni erano pessime? :)))

Viviana ha detto...

ah ah ah che bello questo post e anche le tue foto! sembra di essere lì con te!
la bandiera turca è... belliiissimaaa :) hi hi hi
un bacione carissima!!

Saretta ha detto...

Pippi:Grazie gioia!piacere di averti farto "viaggiare!":)))
Sandra:hehe, lo sai che so' sincera!stavo male nella moschea!!!E l'Ayran..sai quanto mi ha preso in giro la Luisa???Per non parlare dei turchi...il risto non l'ho trovato anche perchè ci aspettava quella cavolo di guida del primo giorno per pranzare al Topkapi come da programma..La sera poi non ci schiodavamo da Taxim, eravamo morte!Comunque ti ho pensato tantizzimo!!!:D smackete
Vivi:hihihi, sono felice di trasmettere le mie sensazioni..belle e brutte :D
Bacioni bela tusa!!!

elisabetta ha detto...

Una vacanza che vorrei fare da tantissimo tempo! :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...