martedì 11 dicembre 2012

SALUTIAMOCI COL FIOLARO

In questi giorni in cui l'Italia pare stia andando per l'ennesima volta a scatafascio( e non potete capire, o forse sì, quanto mi faccia arrabbiare la situazione contingente!), cerco di costruirmi protezioni mentali per non lasciarmi pervadere da un mood negativo(che non mi si confà).Oltre a tenere spenta la TV, cerco di pensare positivo, bel coraggio vero?!Beh, tanto con la negatività non si combina nulla e si sta peggio :D
E tra le tante cose che contribuiscono ad avere un approccio positivo alle cose c'è come sempre la cucina!
Oggi vi presento un'altra non-ricetta per Salutiamoci di dicembre, ospitato dall'Orto di Michelle , con protagonisti i broccoli& affini.
Successivamente vi linkerò ricette passate broccolose in archivio, se non avete voglia di spulciare voi.Oggi si cambia, dopo le cime di rapa, un altro della famiglia che mi piace da matti, il broccolo fiolaro.L'ho utilizzato quasi in purezza, un po' come nella ricetta precendente, per arricchire la quinoa( che già di suo è un alimento meraviglioso, una fonte di nutrienti eccezionale).E questa volta ho assecondato la sua dolcezza accompagnandola con quella delle taggiasche.Oramai vi ho già detto tutto ma, eccovi la ricetta

QUINOA CON BROCCOLO FIOLARO E PATE' di TAGGIASCHE
80 gr di quinoa bio
broccolo fiolaro bio(a volontà)
un cucchiaio da minestra colmo di pesto di olive taggiasche(olive di varietà taggiasca ed olio evo di taggiasca)
sale
lievito alimnetare in scaglie

Sciacquate la quinoa e quindi fatela tostare un po';aggiungete il doppio del volume di acqua e fatela cuocere ad assorbimento per un 20 minuti con un pizzico di sale grosso.
Mondate il broccolo, frullatelo ed aggiungetelo negli ultimi minuti di cottura della quinoa.Una volta cotto il tutto mantecate con patè e lievito alimentare ed impiattate.

6 commenti:

stelladisale ha detto...

ci dici cosa c'è nel pesto/patè di olive? ;-)

che tristezza, cosa dobbiamo fare per togliercelo di torno, eh?

Serena ha detto...

Mi sto sforzando anch'io di non dare peso ai notiziari per non farmi rovinare l'umore, ma la lettera del datore di lavoro per comunicarti la messa in CIG è più difficile da ignorare... sgrunt...
Grazie per questa ricetta che dà un senso allo sciocco solitario broccolo comprato oggi non so per quale astuta ragione...

Luca and Sabrina ha detto...

Broccoli e olive taggiasche? Siamo troppo curiosi di provare questi due ingredienti insieme, non lo abbiamo mai fatto e la fortuna vuole che abbiamo sia delle olive taggiasche da finire che un bel broccolo che ancora non sapeva in che padella finire.
Bacioni da noi tre

fantasie ha detto...

Non pensiamoci, che mi viene il mal di testa!
Invece voglio provare la tua quinoa. IO ho fatto una pasta al forno con broccoli, olive verdi... ci sarebbero state meglio quelle nere, ma quelle verdi ci stavano bene lo stesso ;)

accantoalcamino ha detto...

Ciao splendida Saretta, io sono disorientata, non capisco più nulla ma sono anche "adirata" perchè sembra che nessuno si accorga di nulla, il motto sembra essere: non ti curar di lor/lui ma guarda e passa...Ma io non so parlar di politica, preferisco parlar d'amore e di cucina e qui la cucina e la stagione danno il meglio di se. Un abbinamento il tuo che mi piace molto e, com'è successo con la "salsa della mamma", anche questa tua idea sarà clonata nel mio blog e farà da accompagnamento a....no, non ti dico tutto subito ;-) :-P

Lo ha detto...

wow che bella proposta...su questa foglia adagiata....ho assaggiato il fiolaro solo l'anno scorso ed è stata una sorpresa buonissima :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...