giovedì 1 novembre 2012

UNA STORIA D'AMORE E..D'UVA

Ciao a tutti, in questo giorno di vacanza che vorrei avesse almeno il doppio delle ore, voglio parlarvi un po' di una cosa bellissima in cui vi avevo accennato nel post precedente sul Salone del Gusto.

Perchè quando ci sono persone giovani e normali che fanno cose grandi, è bene che se ne parli e venga data loro voce.
Enrico lo conosco da un tot di anni, dai tempi del liceo.Dopo diverso tempo, avevo scoperto che dopo gli studi in campo agrario, aveva intrapreso un bel sogno:coltivare la vigna inb modo consapevole, attento alla natura, cercando di rispettare al massimo un territorio(il nostro bresciano) largamente violentato negli anni in modo indiscriminato dalle costruzioni e da un uso sconsiderato, anche in campo agricolo.Enrico ha voluto crederci veramente e come chi crede fermamente in un sogno riesce a realizzarlo, il suo ha preso vita nella forma di Cascina Belmonte., a Muscoline nei pressi del Lago di Garda.Ricordo di esserci stata qualche anno fa in occasione di una festa d'estate che aveva organizzato, un angolo di pace e tranquillità.
Potrei parlare a lungo di questa bellissima realtà che mi inorgoglisce, da bresciana come lui, io che spesso mi sento un'utopista in mezzo a tanti, troppi, che reputano il biologico ed il rispetto per Madre Terra qualcosa di sciocco.Invece è possibile, e l'azienda di Enrico ne è la testimonianza.
Mentre scrivo ascolto "i giorni" di  Ludovico Einaudi, che mi sembra in perfetta armonia con il sito della Cascina, nel quale si percepisce l'amore per la Terra e per i suoi frutti che diventano parte di noi.
Io che amo la cucina e sopratutto quella consapevole, non potevo che rimanerne affascinata ed ammirata.
Vi invito a visitare il sito ed a leggere quello che Enrico ha scritto, sulla filosofia della sua azienda di "prima generazione", sul suo essere imprenditore in armonia con il territorio, rispettando l'ambiente e le persone che beneficiano dei suoi prodotti.
Oltre alla vasta gamma di  ottimi vini(il mio babbo ne ha comprati un po' e spesso li assaggio nel pranzo della domenica), tutti privi di solfiti ed allergeni e caratterizzati da etichette graziosissime, ora è nato anche uno straordinario prodotto analcolico che non è altro che puro succo di uva  declinato in quattro sfumature.Uva biologica Merlot o Barbera, acqua( per le due "Pure");aggiunta di zenzero&lemongrass(il mio preferito) o liquirizia&anice(molto interessante), per le "varianti".Una bevanda che, a differenza di tante in commercio è NON pastorizzata e quindi ricca di tutte la caratteristiche organolettiche, antiossidanti e nutrizionali dell'uva e, volendo, un tocco in più!La cosa interessante è che, proprio come per i vini, D'UVA può essere abbinata a diverse pietanze per meglio assaporarne il sapore o esaltare la pietanza stessa.
Quasi per caso, prima di partire per il Salone, mi sono sentita con Enrico ed ho scoperto che era presente anche lui a Torino.Così' mi ha invitato alla presentazione con degustazione presso lo spazio Slow Food Lombardia la domenica mattina.Secondo voi potevo mancare?
Nel recarmi al salone con Lydia, in metro le ho esteso la proposta e, da quello che ha scritto su GM, mi pare sia stata davvero entusiasta!Lei poi, ha un motivo in più ;)
Ed è così che abbiamo ascoltato Enrico nella presentazione...


Seguito da un tecnico di laboratorio( Davide?!) che collabora con Enrico che ci ha spiegato tutte le proprietà e caratteristiche del prodotto e del lavoro fatto sino ad ora.
Quindi, sotto la guida professionale di Wilma che è sommelier, abbiamo degustato le quattro versioni di D'UVA con formaggi di un presidio Slow Food, ed altre amenità.


Vi dico solo che per me quell'assaggio ha avuto l'effetto della pozione magica di Asterix...il mio cervello ha cominciato a girare  scatenando mille idee di abbinamenti, sapori a non finire!E vi assicuro che è analcolico!:)
Mi ha talmente entusiasmato che è scomparsa perfino il rimbambimento causa notte travagliata(per il caldo che avevo in stanza ed agitazione per la mia di presentazione...) ed è spuntato il sorriso .Guardate la foto seguente della serie "chiedimi se sono felice" Sìììì
Taggamento incrociato tra me ed Enrico, so' ragazzi, abbiate pazienza!:)

Nonostante Lydia abbia già detto la sua in modo egregio su questa esperienza, ci tenevo come promesso a raccontarvi la mia impressione, e testimoniarvi come dalla Terra nascando davvero buoni frutti, basta volerlo!

14 commenti:

Barbara C. ha detto...

il tuo punto di vista su questo succo di uva è veramente di parte per cui allegramente carpisco la recensione e cerco i lprodotto.
sei un'ottima (involontaria) pubblicitaria :)

ha: e sei tanto tanto carina :)

Lo ha detto...

hai ragione se persone giovani e normali hanno grandi idee è bene sostenerle e questo succo è davvero molto molto invitante

accantoalcamino ha detto...

Ailoviu ♥ e se quel Nettare dovesse decollare da queste parti ne farò scorta, il mio cervello ha bisogno di "scatenarsi".
oggi ti mando la fotina che ti ho fatto vicino alla carriola di zucche :-)
Correggi qui: "zenero&lemongrass" ;-)

Enrico Di Martino ha detto...

Sara sei veramente troppo gentile! grazie per aver raccontato la nostra storia e per le parole con cui l'hai fatto.. Speriamo sì che d'UVA si diffonda un poco alla volta .. per ora lo si trova in alcuni caffè e negozi di milano e brescia..

Tina/Dulcis in fundo ha detto...

eccoti,con una recensione cosi vado a dare un'occhiata:)

Alessandra ha detto...

Sembra buonissimo, lo proverei volentieri, grazie per la segnalazione, e spero di andare al Salone del gusto un giorno. :-)

Cecilia Testa ha detto...

Ehi! Buona notizia per gli astemi come me! Quando al ristorante prendo acqua i miei amici gourmet mi guardano con un misto di pietà e ribrezzo...ma non mi sono ancora presentata: sono Cecilia, insieme a Viola blogger un po' impedita di "Frizzi e Pasticci". Ciondolando per la blogosfera mi sono imbattuta nel tuo blog, e mi è piaciuto così tanto che sono subito entrata nella schiera dei tuoi lettori fissi! Quando vuoi passa a trovarci, ti accoglieremo con un pasticcino virtuale!
Ciao ciao
Cecilia

Titti ha detto...

Ciao Saretta, esco dal letargo..... Sono giorni un po' bui durante i quali non accendo nemmeno il computer. Passerà. Queste bevande le conosco perché le vende un negozio di Torbole e le ho tenute in esposizione al B&B tutta l'estate. Sono davvero deliziose. L'unica nota dolente è il prezzo.... (4 euro l'una).
A presto!!

Serena ha detto...

Vino senza solfiti? E come si conserva? Immagino sia a brevissima scadenza... Mi interessa molto questa bevanda analcolica, invece: anch'io, al solo sentirne parlare, mi sono sentita girare attorno alla testa un tornado di idee!

fantasie ha detto...

E' stato bellissimo incontrarti di persona e conoscere una donna speciale quale tu sei! E questo post ne è la conferma! :*

fantasie ha detto...

P.s. E spero di trovare presto questa bevanda anche qui a Palermo :)

Ale ha detto...

ciao!volevo invitarti al mio contest che è iniziato ieri:
http://dolcementeinventando.blogspot.it/2012/11/la-mia-ricetta-gioiello-il-mio-primo.html
Spero che parteciperai!!!!
Ale

Saretta ha detto...

Barbara:di parte bah,tutte le eprsone che l'hanno assaggiato hanno condiviso la stessa opinione sai?POi Sull'operato di Enrico carta canta!:)Hey se troppo gentile!:***
Lo:giusto, hai compreso perfettamente!Ed il succo è buonerrimo!
Libera.tesoro!Ma la tua testa è già una fucina!Attendo le fotine :)baci
Enrico:un piacere guarda.Qui mi conoscono, parlo solo di cose a cui tengo e per cui ne valga la pena parlarne(a mio modesto parere)Go on!:)
Tina :)
Ale:essì iu must go there!
Cecilia:grazie della visita!Astemi e non , questo è un ottimo prodotto:)Se ho tempo passo a trovarvi grazie:)
Titti:eh, qui c'è lo zampino dell'autunno...ma poi ne parliamo!Maddai che avanti che sei!bacini
Serena:beh i vini bio non dovrebbero contenere solfiti sai?E credo si conservino bene comunque..Devo approfondire questa tematica, magari mi faccio spiegare da Enrico;)
Stefania:bellaaaa ma grazie per queste tue parole, penso esattamente la stessa cosa su di te, già te l'ho detto!A presto!bacio
Ale:grazie ma non partecipo quasi mai ai contest per mancanza di tempo..grazie lo stesso!

Martissima ha detto...

e meno male che qualcuno ci crede alle cose belle....
bellissima quella toseta li sotto che sorride,
bon ...adesso mi vado a sfrugugliare il sito di Enrico.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...