giovedì 27 settembre 2012

TOZZETTI SPERIMENTALI ed una domanda, facciamo due

Oggi non mi lamenterò, promesso.Ma preparatevi ad un'invasione....
Non voglio allarmarvi troppo, nè spaventarvi, esprimo nuovamente a gran voce il mio grande amore da sempre per...i BISCOTTI!!!
Credo che in questo blog ne troverete diversi, e quasi tutti sono tentativi pionieristici ed anche azzardati della sottoscritta, manco fossi alla ricerca della ricetta perfetta.
Sta di fatto che non trovo niente di più rilassante e confortante che inventarmi, impastare e dar forma a biscotti, specie in quelle sere freschine(ed oramai ce ne saranno MOLTE) in cui, magari, stai guardando una vecchia puntata di Sex&thecity.Siccome lo fanno una volta a settimana, troverete di conseguenza svariate sperimentazioni a venire, vi spiace?
La cosa conscolante di questa pseudo ossessione è che sono quasi tutti riconducibili alla pasticceria naturale( quella che prediligo non senza eccezioni, sono tutt'altro che santa in materia sweet), quindi dolci senza peccato(eccessivo) :)
La sera fatale in cui mi inventai questo nuovo impasto non so da cosa mutuai, probabilmente mi lasciai semplicemente guidare dalle cose che avevo a disposizione, con la variante funky della panna di avena in luogo di altre materie grasse/ liquidi.
Il sapore finale  era buonissimo MA...
1-non sono rimasti croccanti(forse dovevo farli cuocere di più)?
2-dopo qualche giorno(non li potevo spazzolare subito dai), conservati nel solito vaso di vetro, mi hanno fatto la muffa!Colpa della pannna o altro?
Chiedo lumi a voi, popolo di lettori.P
Per il resto, vi garantisco che erano davvero buonerrimi.

TOZZETTI ALLA PANNA DI SOIA , MANDORLE& DATTERI

200 g di farina di grano saraceno
200 ml di panna di soia bio

50 g di mandorle bio
1/2 cucchiaino di bicarbonato
2 o 3 cucchiai di succo concentrato di mela bio
5 o 6 datteri al naturale bio
1 cucchiaiono di estratto liquido di vaniglia
Acqua eventualmente q.b.

Tritate grossolanamente a coltello le mandorle;tagliate a rondelle i datteri levando il nocciolo.
Impastate la farina con la panna, il succo ed il bicarbonato, aggiungenod poi mandorle e datteri.Fate riposare l'impasto, un po' appiccicoso ma sodo, in frigo per mezz'ora.
Riprendetelo e formate dei salsicciotti che adagerete sulla placca da forno.Cuocete a 180°per un 10/15 min quindi, togliete dal  forno la teglia, affettate i salsissicotti e cuocete i tozzetti fino a che saranno ben asciutti.

Fate raffreddare e conservate in un barattolo di vetro o in una scatola di latta.



15 commenti:

Tina/Dulcis in fundo ha detto...

adoro Sex and the city e ancora di più il personaggio di Miranda...questi tuoi biscotti sono particolarissimi,perfetti con una bella tazza di tè alla frutta:)

Loredana ha detto...

Io li trovo irresistibili, forse avresti dovuto lasciarli asciugare un pò di più, ma sono sicura che il gusto è impareggiabile...e non fanno neanche male! ;)

ciao loredana

la belle auberge ha detto...

Non so dirti con esattezza il perche' ti siano ammuffiti, dato che non ho mai utilizzato certi ingredienti, tipo il latte di soia; e' probabile che fossero ancora troppo umidi e avresti dovuto lasciarli ancora un po' in forno a seccare.
Sex and the City: quando trasmettevano la prima serie, ricordo che rimproveravo le mie figlie di guardarla. Io, dato il linguaggio estremamente crudo, ne rimanevo scandalizzata!
Ora non ne perdo una puntata, anche se a volte arrossisco come Charlotte quando ascolto i racconti delle intemperanze di Samantha :)))

Serena ha detto...

Anche a me i tozzetti sono sempre rimasti un po' mollicci. che poi credo sia anche il motivo per cui ti sono ammuffiti: probabilmente non erano ben cotti, quindi non erano croccanti e, in breve, gli ingredienti freschi rimasti semicrudi si sono rovinati. Ma non devi aumentare i tempi di cottura, secondo me la soluzione è non farli avanzare!!!

BB ha detto...

Forno ventilato più basso e tempi più lunghi? Cmq io li proverei anche così! :O)

miciapallina ha detto...

Bedda!.... io la ricetta del biscotto perfetto l'ho trovata!
Il biscotto che fà l'amore con il latte la mattina... una delle cose che ti mettono in pace con il giorno che sta iniziando...
Però non è vegana.
Magari tu puoi modificarla così ne pubblichiamo anche la versione Veg.
Mi fai sapere?

nasinasi

fantasie ha detto...

Queso problema si verifica quando c'è troppa umidità nei biscotti. Io che sperimento anche biscotti vegani, ho notato che rimangono più umidicci e quindi questo li fa ammuffire più rapidamente. La soluzione? Boh! Forse mettere meno liquidi? Forse farli cuocere di più?
P.s. Io ci sarò a Torino... arrivo venerdì sera tardi e riparto domenica sera... Ci incontriamo? Dimmi di sì!

Lo ha detto...

ecco tu sarai la mia musa ispiratrice biscottifera... e questo impasto già mi piace molto....
e non credo che il problema che hai riscontrato dipenda dagli ingredienti ma proprio dall'umidità...dovevano forse asciugare di più? Mi sa che li provo :)
un bacione

Barbara C. ha detto...

concordo con le altre ragazze, prima di metterli in vaso probabilmente andavano lasciati all'aria aperta più a lungo per eliminare il vapore acqueo in eccesso, non vedo altra spiegazione perchè per il resto l'impasto mi pare perfetto e "normale". Stessa spiegazione per la croccantezza, però lì non aumenterei i tempi di cottura bensì modificherei la modalità: di solito per i biscotti lascio 180° per i primi 15 minuti, poi altri 5/7 (a seconda della grandezza del biscotto e dello spessore) a 200°, sempre forno statico tra l'altro mai ventilato quando biscotto.

Luca and Sabrina ha detto...

Uh uh che cosa vediamo! Dei tozzetti che per gli ingredienti che hai usato dobbiamo copiarti assolutamente. Saranno sperimentali, ma biscotta sempre così che noi ti seguiamo!
Baci e buon fine settimana
Sabrina&Luca

Afrodita ha detto...

Ciao stella bella, anch'io adoro sperimentare con la pasticceria naturale! L'altro giorno però ho dovuto buttare dei muffin "inventati" alle nocciole :P Sì, forse ti conviene farli raffreddare completamente prima di chiuderli ermeticamente (certo, sulla confezione degli orosaiwa che mangiavo da ragazzina c'era scritto "impacchettati ancora caldi":)) Ah, che ricordi lontani le mie pappette di oro saiwa e latte!!). Mi leggerò tutti i commenti che riceverai così magari imparerò qualcosa anch'io. Baci e abbracci a profusione, Cat

Claudia Magistro ha detto...

tesorino, la sperimentazione così è. Azzizzare e provare e mangiare e condividere :*
grazie coriceddu mio
*
Cla

Saretta ha detto...

Grazie a tutti per i consigli&commenti!:)
Ho toppato, dovevo cuocerli più a lungo, magari a temperatura inferiore.
@Eugenia:ma sai che a volte anch'io trovo eccessive le signorine di S&C?!
@Micia:non sono vegana, li proverò!
@Stefania:ti scrivo allora :D
@Cat:eh, mi ricordo anch'io gli orosaiwa!Che mi piacerebbero ancora, no lo nego, ma sti olii vegetali&schifezze varie accidenti...il mio sogno è replicarli in chiave sana!I muffin passali a mmeeeeee :)

Titti ha detto...

Alle domande hanno risposto chef più esperti di me.
Io vedo questi biscotti come una delizia per le mie colazioni!! E adoro la farina di grano saraceno!!!
A presto!! :-D

Saretta ha detto...

Titti ::***

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...