lunedì 10 settembre 2012

ROVEJA AL QUADRATO

Ciao a tutti, non  sono sparita nel nulla eh, ho solo dovuto scaricare alcune foto e trovare una sera calma  per scrivere un mini post.Paradossalmente mi sento più rallentata ora che ad agosto, quando tutto era placido..forse è la città che ha ripreso la sua corsa a rincoglionirmi  rimbambirmi?!Boh, a me la stagione di passaggio dalla luce alla tenebra mi fa sempre un po' girare.Tanto mi sento un grillo in primavera, tanto mi attapiro in autunno ma, troverò certamente qualcosa di frizzante su cui focalizzarmi per non andarare in letargo, tranquilli!First, penserò più a tutti i colori ed i frutti dell'autunno, meno alla luce rosicchiata dal buio ed alla differenza di temperatura tra giorno e sera.
Per porre fine alla prefazione da zia Belarda mai contenta passo direttamente alla ricetta di oggi che mi ero bellamente dimenticata in archivio.
Avevo in dispensa la farina di roveja ed una sera ho deciso di fare delle crepe alternative.
Metti poi che in freeer avevo stivato scorte di legumi cotti(tra cui la roveja), ed il passo per il mio cervello è stato breve.Un tocco fresco dell'amato basilico per smorzare il dolce amaro della belga.
Praticamente vi ho già raccontato tutto.Non so come classificare il piatto, antipasto?Secondo?Beh vedete voi se e come vi piace.La roveja è davvero buonissima!Provare per credere :)

SANDWICH di CREPE DI ROVEJA RIPIENE DI ROVEJA, PESTO E BELGA

40 gr di Farina di roveja
2 cucchiai di crusca di avena
sale
Acqua q.b. per ottenere una pastella densa ma non troppo

Roveja cotta con acqua ed un pezzetto di Kombu(o bicarbonato)
I cespo di invidia belga
1 cubetto di pesto leggero di basilico(basilico, mandorle, olio e poco lievito alimentare)

Fate una pastella con farina, crusca, sale ed acqua.Lasciate riposare una mezz'oretta almeno e poi cuocete due cucchiai di pastella alla volta in una padella rovente, formando delle crepe(più o meno grandi)

Mondate la la belga, tagliatela a pezzetti e spadellatela con un filo di olio.
Frullate grossolamente la roveja con il pesto, unitela alla belga e formate un sandwich con due crepe.
Servite decorando con delle foglie di basilico





12 commenti:

Claudia Magistro ha detto...

echesaràmai? Un po' di buio non ha mai fatto male a nessuno...
Schhhh, faccio finta per darmi delle arie, lui, il buio e l'autunno non devono saperlo! Trallallero_trallallà!
:D
Queste crepettine me le mangerei come antipasto, che dici?
*
love
Cla

sara ha detto...

ciao Saretta! mi piace questa ricetta, sprint e gustosa....però ti confesso che non conosco la roveja...è tipo un fagiolo? e si cucina come tale?

accantoalcamino ha detto...

Ciao Saretta bella (rinc...va benissimo ;-):-D )la roveja l'ho vista l'altro giorno in TV, nonl'ho mai provata,né cme farina, né come cereale in purezza, mi aggiornerò, arriva l'autunno ed abbiamo bisogno di cereali, un bacio con schiocco :-)

Ti ha detto...

Uhhu, non ho mai sentito nominare la roveja (che ha un nome sinistro, non trovi?)...
Anch'io non amo questo passaggio stagionale, dai colori esplosivi dell'estate ai colori tenui dell'autunno. Ma cercheremo di sopravvivere, magari incontrandoci a Milano!!

Titti ha detto...

Il post precedente l'ho scritto io... Mi è partito il click di invio troppo in fretta!
;-)

Benedetta ha detto...

Lo sai da dove viene la Roveja vero? :-) Pensa pero' che a farina non l'ho mai presa, sempre in versione originale, invece vedi qua che delizia..! un abbraccione one one!

Tina/Dulcis in fundo ha detto...

e un piacere conoscerti,complimenti per il tuo bel spazio,mi sono unita.se ti va di ricambiare ti aspetto nella mia cucina...baci,a presto ^_^

Saretta ha detto...

Cla:hehehe, facciamo finta di niente ;)baciotti
Sara:è un legume quasi dimenticto, un pisello selvatico.Si cucina come gli altri legumi ed è buonissima.Guarda il link che ho messo ;)bacio
Libera:grazie ;)Sìsì qu ci si deve preparare bene per il cambio e questi alimenti sono perfetti!bacione
Titti:hihi la mano più veloce dell'web!Cara il nome a me sa d'insulto, hahaha!Sìsì ci vediamo a Milano così scofiggiamo l'autumn blues baciiii
Benedetta:ecccerto che lo so!!!!Infatti è un souvenir delle vacanze dello scorso anno:)Quanta rovba buona nella vostra splendida terra!Un bacione one one
Tina:benvenuta!!!

BB ha detto...

bella bella bella idea!

Afrodita ha detto...

Ciao Saretta bella, la roveja l'avevo comprata anch'io a un Salone del gusto di Torino anni fa. E mi era piaciuta. Al supermercato non l'ho più trovata (tanto meno la farina). Ma magari in qualche negozio bio riesco a trovarla e a riassaporarla. In forma "bortellinosa" (come diciamo noi) sarà sicuramente deliziosa. Ciao stella, Cat

JAJO ha detto...

Non deve essere male: io con la roveja c'ho fatto lo spezzatino :-)

Sai che anche io il 31 luglio mi deprimo? Si, perchè agosto passa in un istante e... l'estate finisce :-(

Ciaooo

Saretta ha detto...

BB:grazie!:***
Cat:sìsì a me piace da matti il gusto!La farina l'ho dovuta gettare che aveva fatto gli insettini :( abcini
Jajo:bbonooo!Eh, il 31 ero dall'altra parte del mondo troppo bella x deprimermi.Fino a che non vedo diminuire la luce pr me è estate.Vabbè, che dobbiamo fa' è la natura, accettiamo anche questo(e godiamoci la polenta!!!!)
Bacione

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...