venerdì 11 novembre 2011

ZUPPA CALDA E...CRUDA?!PAOLINI, UN GENIO.

Here comes the sun, dudududu...
Dopo i monsoni un po' di tregua qui al nord, spero che giù al sud le cose si sistemino quanto prima possibile.
Sto ancora godendo della bellissima serata che ho trascorso ieri, a teatro.Credo che quasi tutti conoscano Paolini...Il Sergente nella neve, il Vajont...Spettacoli che mi sono vista davanti alla tv, incollata per le lunghe ore di monologo, come in preda ad una malia.Paolini incanta, fa ridere, piangere, riflettere, un grande per me.
Credo però che ieri sera si sia superato con "Itis Galileo" allo Strehler.Testimonianza i lunghi applausi che non volevano cessare.Galileo e  il suo spirito rivoluzionario, voli pindarici favolosi tra '500 e tempi odierni, senza dimenticare un'elegante menzione del Galileo coetaneo Shakespeare, e l'accenno alla commedia dell'arte, eclettico, eccezionale.Risate, quante risate signori.Un capolavoro nato dalla lettura e studio del "Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo", mica bruscolini...Una maturità davvero palpabile, una padronanza del palcoscenico indiscutibile.E Paolini non dedude, nemmeno questa volta.
Vi consiglio di andare a vederlo, se capitasse dalle vostre parti.
Tornando a noi, oggi ho forse troppe cose da dirvi, voi state con le orecchiette belle per aria, mi raccomando;)
La ricetta non ricetta di oggi è frutto di una banalissima sperimentazione e costante ricerca di mantenere inalterate le proprietà ed i sapori delle materie prime.Avete presente la differenza tra basilico crudo e cotto?!Ecco.Una sera non troppo fredda avevo voglia di una zuppetta, così mi si è accesa una lampadinetta(mica sono Galileo!!!).Perchè non provare una zuppa cruda che non sia fredda?Sembra assurdo e contraddittorio ma, si può fare.Ho optato per un gusto fresco e un po' "pizzicoso", arrotondato  e smorzato dallo yogurt.
Vedete un po' se avete voglia di provare la mia

ZUPPA CALDA&CRUDA SEDANO e DAIKON

1 cuore di sedano bio(l'ultimo avanzo nel frigo)
un bel pezzo di Daikon bio(regolatevi in base alla dimesione della vs radice)
una tazza di acqua
1 cucchiaio da te di miso bianco(in alternativa dado casalingo)
1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie
1 vasetto di yogut bianco compatto(il mio di soia)
1 cucchiaio di olio di lino(o evo)
semi di lino

Semplicissimo:portate l'acqua ad ebollizione, spegnete il fuoco e fate sciogliere il miso(o il dado) in essa.
Mondate e frullate le verdure aggiungendovi il brodo preparato e dil lievito.
Ponete il tutto il una tazza da brodo o piatto fondo ed aggiugete quindi lo yoguth, l'olio ed i semini.
Se volete una versione formaggesca sostituite lo yogurt con del caprino, il lievito con del pecorino o grana.


DSCN1350

PER CHI FOSSE INTERESSATO:se il libro "Ti mo comunque" vi avesse incuriosito, l'autore terrà delle serate presso la libreria Ecumenica di via Unione a Milano.
Qui il link al programma delle serate.Se qualcuno andasse o volesse andare ditemelo che ci accordiamo ;)

BUON FINE SETTIMANA A TUTTIIIIIII

13 commenti:

Barbara ha detto...

Adoro Paolini, sono rimasta incollata (tv e dvd) davanti ai suoi spettacoli: avevo sentito ottime recensioni sul suo ultimo lavoro, me lo confermi anche tu.. dovrò studiarmi il calendario della sua tournée! Con le.. orecchiette in aria ci sono stata eccome: grandeeeee questa zuppa calda... cruda, proverò la versione con il caprino, grazie!!

Serena ha detto...

Tu sei geniale, tesoro. Stavo pensando che per risparmiare tempo, si potrebbero prima frullare le verdure, poi scaldare il brodo e poi, appena bolle, amalgamare il tutto, che ne dici?

JAJO ha detto...

Di Paolini ricordo una splendida interpretazione, in Report, del corto teatrale (tratto dall'altrettanto bel libro) "Ferrari primavera" (purtroppo introvabile e neanche inserito nel relativo cofanetto ma... per fortuna c'è You Tube :-D http://youtu.be/JyHX5kpF2vk e http://youtu.be/vKLo1FO7lCs ) e di "Cipolle e libertà".
La zuppa mi intriga ma, dopo la dieta, sono in astinenza da mezzemaniche con la ricotta :-)))))

.B. ha detto...

buona buona buona questa zuppina!!!!! mi piace proprio brava :)
Barbara

la belle auberge ha detto...

anch'io apprezzo Paolini (hai mai visto la sua intervista a Rigoni Stern su Youtube?) http://www.youtube.com/watch?v=Mw-10y2kAqQ
ma ho qualche difficolta' ad andare a teatro. Aspettero' che esca la versione in DVD.

Discorso zuppa: non ho capito se hai frullato le verdure con il brodo o le hai solo grattugiate. Puoi chiarirmi l'arcano? Grazie

accantoalcamino ha detto...

Buona settimana Sara, adoro Paolini.
Per quanto riguarda la minestrina taaaaaaanti anni fa, alla presentazione di un "magico robot da cucina" mi avevano insegnato a fareuna minestrina frullando le verdure a crudo, aggiungere l'acqua bollente (non brodo perchè le verdure rilasciano già sapore)..ops fatto.
Quella era la "Base", ora tu hai reso questa "minestrina" ancor più interessante, ricca e golosa.
Un bacio.

cielomiomarito ha detto...

Paolini è una di quelle persone per cui vale la pena essere italiani... La tua zuppa calda cruda lì per lì mi impressiona un poco, ma l'immagine è così bella che non posso non pensare sia anche buona... Complimenti per la fantasia :)

Saretta ha detto...

Barbara:fammi sapere!
Serena:ho frullato le verdure e, poi rifrullato con l'acqua calda.Puoi fare tutto insieme comunque
Jajo:grazie delle dritte!!!!Goditi le mezzemaniche, poi verrà la minestrina;)
B:grazie!
Eugenia:le ho frullate grossolanamente da sole, poi con il brodo!un abbracio
Libera:ma davero?!Per caso il BIMBI?!Pensa te, comunque è buonissima:)
Cielo:dici bene su Paolini e, sulla zuppa, provare per credere!!!!

Alessandra ha detto...

Beh, un bellunese come mia madre (veramente feltrina lei, ma siamo li', e poi il disastro del Vajont e' ancora sentito da quelle parti).

La zuppa mi piace assai, anche senza yogurt o caprino mi andrebbe benissimo! Ho postato un finto te che e' troppo facile e penso che ti possa piacere :-)

Ciao
Alessandra

Milen@ ha detto...

Cerco anch'io di preservare le proprietà degli alimenti, limitando le cotture al minimo e quando posso mi paice consumarli crudi (v. spinaci, carciofi e cavolfiori) e questa zuppa è a dir poco geniale :D

Luca and Sabrina ha detto...

Se verrà dalle nostre parti noi non mancheremo di andarlo a vedere, sia io che Luca siamo d'accordo con te riguardo il discorso della sua bravura, non ce ne sono tanti di personaggi così carismatici!
Quanto alla zuppa, non riusciamo a immaginarne il sapore perchè gli ingredienti che hai usato non ci sono molto familiari, ma la curiosità di assaggiarla è fortissima!
Mille baci e buona settimana
Sabrina&Luca

lamelannurca ha detto...

ma che buona questa zuppaa!!!

Lo ha detto...

la zuppa è meravigliosa....come trovare una sorpresa dentro una coperta calda....anche io ho visto Paolini a teatro...e ne ero rimasta stregata! :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...