giovedì 23 giugno 2011

GREEN MOOD

Che ami il verde in generale, non è un mistero...La mia camera da letto è di un delicato e rilassante verde salvia, ho un vestito di seta leggerissimo verde prato, un top spiritoso, le scarpe,i profili di una borsa, il golfino,una collana regalatami per i 30 anni...Senza qualche piantina verde la mia casa non può stare, così come il mio micro balconcino non sarebbe lo stesso senza i gelsomini(stamattina erano popolati di uccellini!!!), nè il davanzale senza le piantine aromatiche.E appena posso scappo nel verde, quello vero.Nel verde ritrovo me stessa, mi rilasso e riconcilio col mondo.Sogno una città più verde e spero non rimanga per sempre un'utopia.
Del Messico ricordo la distesa verde a perdita d'occhio di Cobà, della Giamaica la giugla della parte più genuina, di Zanzibar il verde incredibile della vegetazione e della piantagione di spezie...
Nel verde nostrano ci tornerò questo fine settimana, con la sola intenzione di riposare, ricaricando le pile per questo mese che mi divide dalle vacanze.
Ho la testa un po' piena e va un filo alleggerita...anche se le ultime pagine di Bilal sono dei macigni.Non avrei mai creduto l'uomo arrivasse a tanto, nelle terre che mi hanno spesso ospitato per indimenticabili vacanze.Leggetelo questo libro, è giusto che la gente conosca la verità, e non si perda dietro alla deviante immagine eterea di Angelina Jolie che, venerata come una madonna, si fa prendere le impronte digitali!Che idiozia, che ipocrisia.E centinaia di schiavi perpetuano ingiustamente nel loro girone infernale.
Scusate le riflessioni poco lievi ma, a volte è necessario prendersi un po' del fardello di poveri innocenti che, anche per noi, raccolgono le verdure presenti sulle nostre tavole trattati peggio delle bestie.
Mi fermo qui, credo di esser stata abbastanza pesante.
La ricetta di oggi è ovviamente improntata sul verde, un verde primaverile, bello brillante.Un verde che ho visto l'weekend scorso anche in Franciacorta, grazie alle piogge delle ultime settimane.
Un piatto che abbiamo apprezzato e che ci ha saziati senza appesantirci, in un'afosa sera d'estate.
Speriamo ristori anche voi!

BULGUR&QUINOA CON FAVETTE FRESCHE&GAMBI DI ASPARAGI

120 gr di quinoa e Bulgur misti precotti bio
50 gr di quinoa bio
6 gambi di asparagi modati
una bella manciata di favette sbucciate e refrigerate
olio evo
sale
gomasio

Semplicissimo.Sciaquiate la quinoa ed aggiungetela al mix.Ponete il tutto in un pentolino col doppio volume di acqua ed un pizzico di sale e le favette.Portate a bollore e fate cuocere sino a che l'acqua sarà assorbita totalmente.Nel frattempo tagliate a rondelle i gambi di asparagi ed aggiungeteli al mix, a termine cottura.
Condite il tutto con generoso olio evo e gomasio.
Buonissimo anche freddo!
DSCN0403

14 commenti:

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao! eh..l'estate è il tripudio del verde!!! ottima questa quinoa: fresca e leggera!
bacioni

Milen@ ha detto...

A tutta freschezza: è la parola d'ordine di questi ultimi giorni afosi ....
Mi paice il tuo paitto in verde :D

JAJO ha detto...

Bella la ricetta e belle le parole che hai scritto: purtroppo alcune regioni del mondo sono ancora al MedioEvo, soprattutto a livello culturale e della libertà della persona. Purtroppo un paio di fatti che ho sentito oggi, in Campania e a Verona, mi fanno pensare che il MedioEvo sia moolto vicino anche a noi...
Il libro lo leggerò magari dopo le vacanze: non vorrei farmi venire il mal di stomaco :-(
Ciaoo

Taty ha detto...

Fantastica ricetta!!! Mi piace tantissimo!!!

stelladisale ha detto...

l'hai finito e hai letto anche la parte dove va a raccogliere i pomodori in puglia, eh? :-) fa senso effettivamente pensare che magari ci si passa vicino in vacanza, ti mando una mail perchè voglio sapere se anche quest'anno hai adottato la pecora che magari ci vediamo, baci

Alessandra ha detto...

La ricetta e' super yummy, il verde lo amo anch'io, e quel libro vorrei leggerlo (ma quella di Angelina Joyle non l'ho capita, me la spieghi?)

Buon fine settimana cara

Ciao
Alessandra

astrofiammante ha detto...

andiamo tutti in verde volentieri, basta che prepari tu ^_____^

accantoalcamino ha detto...

Ciao Sara, ieri sono passata ma la mia tastiera (dopo che avevo lasciato il velux aperto e qualche goccia di pioggia l'ha "offesa" ;-) )si era vendicata non facendomi scrivere più....ma ora eccomi, immersa nel verde rilassante di questo piatto.
Per quanto riguarda l'ippocrisia della Jolie e non solo, salto a piè pari perchè in questi giorni il mio fegato ha subito troppe arrabbiature e sono "verde di bile"
Per rimanere "ton sur ton" :-D

Günther ha detto...

soddisfa soddisfa eccome bella ricetta :-))

Bibi ha detto...

salvo che non mi piacciono le fave, proprio no, posso metterci i piselli freschi et voilà, il tuo piatto è decisamente invitante, del resto tutti i tuoi piatti lo sono :)

sull'ippocrisia non sono del tutto d'accordo, tendo a lasciare il beneficio del dubbio a chiunque, e anche chi vive nel lusso può fare qualcosa che serve alla povera gente, se non altro dando visibilità al problema. Non sono una fan di Angelina ma la rispetto, è da una vita che si impegna e dedica tempo a cause umanitarie 8e anche soldi), da molto prima di diventare una star: se tutti i ricconi facessero almeno un decimo di quello che fa lei la povertà potrebbe quasi scomparire. ma è la mia opinione e rispetto ovviamente la tua (e poi mi piaci un sacco tu, sei "di pancia") ^^
un bacione :)
Bibi

Bibi ha detto...

...ipocrisia con una "p" sola, mi è scappato il tasto ^^

Luca and Sabrina ha detto...

Saretta, ci ritroviamo moltissimo dentro quella tua cornice di verde, il colore più armonico e di cui personalmente amo anche vestirmi. Città più verdi, una vita più all'insegna del verde, anche pensieri più verdi è ciò che auspichiamo, circondati come siamo dall'inquinamento, inteso non solo come smog. Hai detto una cosa sacrosanta circa la visita di Angelina Jolie, quella cosa delle impronte digitali suona tanto fasulla e vuota...
Veniamo al tuo piatto, in questo periodo siamo nello stesso mood anche noi, con il caldo afoso che c'è fuori spesso prepariamo insalate di cereali, riso e quant'altro. Una domanda, hai parlato di fave sbucciate e refrigerate, precisamente cosa intendi? Lasciate un po' nel frigo o nel freezer?
Bacioni e buona settimana, se non riesco a passare nei prossimi giorni significa che Alice Ginevra ha deciso di nascere, manca pochissimo, poco più di dieci giorni!
Sabrina&Luca

Saretta ha detto...

M&S::)
Milena:Siamo tutti allineati!
jajo:caro goditi le vacanze, rilassati e poi avrai il tempo per questo libro bellissimo!
Taty::)
Stella:ti ho già detto tutto via mail...:)
Alessandra:prova a leggere il link del corriere..La Jolie è andata a far visita al centro di Lampedusa, l'ha giudicato ottimo(!!!) e si è fatta prendere le impronte x solidarietà..che scemenza!!!Un bacione
Astro:ooooooooookkkeeeeeeiiiiiii
Libera:spero la tastoera si sia sitemata...e che il verde sia solo attorno a te e non nella bile!:)bacione
Gunther:grazie!
Bibi:cara...forse sono stata fraintesa..trovo nobile l'interessamento dei vip x i bisognosi ma,dovrebbero anche stare attenti ad elogiare l'apparenza ed a fare gesti inutili come quelo delle impronte..questo è un mio poin of view ovviamente!grazie sul resto ;)
L&S:tesoro manca pochissimissimo!!!Vedo dal pancione che la piccolina è pronta!SOno emozionata per voi, non vedo l'ora di vedere le foto.Grazie mille per la visita ed imboccallupoooo!Bacioni grandi

Lisette ha detto...

ciao è sempre un vero piacere leggerti... ;)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...