lunedì 23 novembre 2009

SCIUI' SCIUE'...SALATO

Buona settimana a tutti, vedere un raggio di sole dopo una settimana di tomba è meglio dell'ovomaltina o di qualsiasi bomba energetica..fa spuntare il sorriso e dona una carica...Smorzata solo dal fatto che siamo a lunedì ma, le prospettive della settimana sono moolto buone :D.
La ricettina di oggi (così come quella che seguirà tra qualche giorno) è per dimostrare quanto siano versatili alcuni impasti, pensate ad esempio alla sfoglia:a strati con crema pasticcera e chantilly, si tarsformerà in una millefoglie;farcita di quello che langue in frigo, un eccellente salvacena!
Qualche sera fa torno a casa tardi, di andare al super zero voglia.Eppure nel frigo ho quelle due cosette che farebbero al caso mio...Prendendo spunto quà e là(Stella fu la pioniera) memore anche del corso di cucina, ho provato a rifare dopo tanto tempo una pasta home made.Ovvio non è la stesa cosa della pastasfoglia ma, a noi è piaciuta come alternativa!Se poi è all'insegna del "minimo sforzo massima resa"...
Come al solito ci ho messo del mio ed il risultato è stato quello che vi mostrerò dopo un consiglio:fatene un po' di più di questa pasta:il resto surgelatela o tenetela in frigo qualche giorno che ci servità tra poco...;)

TORTA SALATA RADICCHIO DI CHIOGGIA & CAPRINO

Per la pasta:
200 gr di farina integrale bio
2 cucchiai di olio evo bio
1 cucchiaio di aceto di mele(Stella docet) bio
Sale
Acqua q.b.

Per la farcia:
1 cespo di radicchio rosso di chioggia bio
olio evo bio
scalogno
vino bianco
1 confezione di robiola molle di capra
Pecorino grattuggiato

Per la pasta mischiate tutti gli ingredienti sino ad ottenere un impasto sodo.Fate una palla e mettete a riposare in frigo.
Nel frattempo mondate il radicchio.In una wok scaldate olio e scalogno, quindi fatevi saltare la verdura, sfumando poi con un po' di vino bianco(la prossima volta userò quello rosso).
Togliete la pasta dal frigo stendete quella che vi serve(se ne avete fatta di più, riponete quella che avanza), foderate una tortiera con cartaforno, con la pasta e farcite il tutto con il radicchio ed il formaggio di capra.Cospargete il tutto con del pecorino e, via nel forno a 180° per 20 minuti.
Per averla fatta in mezz'ora...
PB081442
Alla prossima!

17 commenti:

dada ha detto...

Altro che rapidino, mette allegria questo piatto! Perfetto per cominciare la lunga settimana :-)

iana ha detto...

mmmmmmmmmmmmmmh, bbbuono!

Onde99 ha detto...

Sono incuriosita dall'uso dell'aceto nell'impasto... a cosa serve?

Gio ha detto...

Che bello!! :) anche io sono curiosa dell'aceto!

Federica ha detto...

bella questa ricetta! da provare! ciaoooooooooo

Micaela ha detto...

ottima davvero!

Giò ha detto...

avevi degli avanzi niente male, eh? che buonaaaa
...ma insomma questo aceto, è un barbatrucco?

lelli ha detto...

Che bella questa ricetta da provare !!!!
Brava

Lo ha detto...

uhhhhh che bellezza...e stamattina quando ho visto il sole ti ho pensato! :)

LaGolosastra ha detto...

CHE MERAVIGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA


lo sai che mi hai dato l'ispirazione per un'altra cosa? Mmmhhh sì sì sì... ma ora sono al lavoro e non posso agire!

Saretta ha detto...

Dada::D
Iana::)
Onde:credo sia un barbatrucco per favorire la "lievitazione" s e metti cremor tartaro..io non l'ho messo ma mi è piaciuto lo stesso!
Giò:vedi sopra ;)
Federica, Micaela: ;)
Giò:era buona buona!!!
Lelli::)
Lo:Grazie tesora!!!
Golosastra:ne vedremod elle belle!!!

Cristina B. ha detto...

Sciuè sciè, ma bono bono
(anche se io preferisco il Treviso o il Verona, perchè trovo che il Chioggia abbia una caratteristica amara un po' troppo forte e corpa un po' il resto...)

Mimmi ha detto...

Signora mia, sembra quasi una pavlova in versione salata... :-)

EssenZadiCanneLla ha detto...

Wou che bel piatto, ricco, colorato e pieno di gusto. Gnam gnam gnam...Un bacione.

Cuochella ha detto...

sara questa torta "sciuè sciuè" non sembra affatto un salvacena! l'abbinamento è delizioso, guarda, sembra essere stata progettata apposta perchè per me la scelta dei tuoi ingredienti è perfetta. L'acidulo della robiola abbinato all'amarognolo del radicchio...mmm..con quella crosta rustica poi...ma che fame!!!!

Gunther ha detto...

che gran bella torta salata, immagino il sapore del contrato del radicchio e del formaggio, molto piacevole

Saretta ha detto...

Cristina B:a me l'amarino piace!!!
Mimmi:che fantasia tesoro!!!baci
Essenza:grazie!!!un bacione
Cuochella:troppo buona sei!!bacione
Gunther:grazie anche a te!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...