giovedì 20 marzo 2008

Un emozione in punta di dita

Volevo iniziare parlando di cucina ma, per la solita Legge di Murphy, ovviamente parlo d'altro.
Conoscte Giovanni Allevi?Quel super riccioluto pianista con una faccia davvero simpatica?Prima dello scorso martedì, io ne sapevo solo della fama che aveva acquisito e, giusto il nome di alcuni album ed alcuni pezzi..Visto che sono cusiosissima ed adoro pianisti come Ludovico Eunaudi "perchè non andare a sentire Allevi"?
Ragazzi, la sana curiosità premia, eccome!( contate che stoicamente ho "affrontato" il concerto con collarino appena messo causa colpo di frusta..un robot a teatro..)
Teatro Smeraldo gremito ed attesa che si sentiva materialmente..
Finalmente fa capolino questo genio della musica:un tipo che dimostra almeno 10 anni in meno dell'età reale, nettamente fuori dalle convenzioni col suo total black di jeans-felpa-AllStar(che mito!!!), timido nell'approccio quanto efficace nella comunicazione...davvero simpatico!Comincia accarezzando il piano, quel piano che studiai per 10 anni e che, scioccamente poi lasciai perdere..Un amore ed una delicatezza nei confronti di un compagno di avventure, sofferenza e tanti successi;tanto da parere umano!
Solo una ttimo per sistemarsi ed inizia la magia, poesia pura tradotta in musica, emozione, sentimento, vitalità..dovrei continuare a lungo per descrivere tutto ciò che questa esperienza sensoriale m'ha trasmesso.Percorrere in una sola ora e mezza la vita di questo giovane( per me lo è!) attraverso la sua musica è stato davvero un viaggio fantastico.Ovviamente gli applausi sono arrivati copiosi ed incessanti , così come le richieste di bis..e che bis!
Una delle cose che mi è rimasta nel cuore è il racconto di un episodio legato alla sua fragilità, quando credeva di non farcela "Capii che la mia fragilità era in realtà la mia forza, è stato come ricominciare a vivere"..e così naque "back to life"
Giovanni è lì'esempio di come, quando si ama una cosa, la si desidera con tutto il cuore e la si persegue COL Cuore senza risparmiarsi, il miracolo può avvenire.La vera forza è dentro i noi!
Sono uscita dal teatro estasiata e, il giorno seguente mi sono fiondata a comprare il suo libro(divorato) e l'ultimo CD...
E la magia continua.

5 commenti:

stelladisale ha detto...

ma dai dal vivo deve essere emozionante, l'ho visto spesso alla tele e ho un po' della sua musica, è un personaggio, no?
sabato sera invece da fazio ho visto paolo jannacci, sono rimasta a bocca aperta per un bel po' :-) e poi non ho resistito sono andata a cercare il suo lp...

ma dai è il primo commento? wow che onore, quando sarà il blog più famoso della rete mi vanterò di sta cosa :-) bacioni

Saretta ha detto...

Grazie Stellina!!!!Beh, dopo tutto te lo meriti il primato no?!
Allevi è magnifico, credo poi che tutti i musicisti "di stoffa" come Jannacci, Arbore etc siano davvero da rivalutare e riscoprire( x chi non l'avesse già fatto ovvio!)
Un bacino e grazie ancora!

stelladisale ha detto...

paolo jannacci è il figlio di enzo jannacci, è un pianista bravissimissimo

Viviana ha detto...

Allevi, Einaudi.. strano... abbiamo gli stessi gusti aha h ah ah... sai che qui a Verona ha fatto immediatamente il tutto completo :( niente biglietti :(
sarà per la prossima!!!
baci baci bacisssssssimiiiii

Saretta ha detto...

Stella:Il figliolo non lo conosco..anvedi quente cose si scoprono col blog?!grazie!
Vivi:hum peccato Vivi!Io invece ho beccato anche i biglietti per Einaudi...ci andrò con la mia mamy che lo ama pure lei!
Davvero tante cose in comune io&te fanciulla!:D

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...